Mercoledì 22 Maggio 2024

Salone del Risparmio 2024, numeri da record per la 14ª edizione

Milano, ha preso il via l’appuntamento più importante dell’industria del risparmio gestito: i protagonisti del settore allo stand di QN Economia

Milano – Ha preso il via all'Allianz MiCo di Milano la 14ª edizione del Salone del Risparmio, l'evento, organizzato da Assogestioni, più atteso del settore del risparmio gestito, con oltre 16.000 iscritti, 120 conferenze in 14 sale e più di 300 relatori. Nella giornata inaugurale, martedì 9 aprile, si è registrato il record di partecipanti, con 9.000 ingressi.

Il ministro Giorgetti   

Il titolo di questa edizione è “Alla ricerca di nuovi equilibri. Investire negli scenari globali”. A dare ufficialmente il via ai lavori è stato l’intervento del ministro dell’Economia e delle Finanze, Giancarlo Giorgetti, il quale ha ribadito il ruolo centrale dell’industria per il supporto allo sviluppo dell’Italia. “Con un patrimonio gestito che supera a 2.300 miliardi di euro, l’industria italiana del risparmio gestito ha il bagaglio di esperienza necessario ad affrontare un contesto mutevole come quello attuale e trasformare le sfide future del Paese in opportunità”. Tra le sfide individuate dal titolare del Mef, anche e soprattutto quelle relativa all’attività di regolamentazione. “A livello europeo c’è ormai piena consapevolezza che le iniziative necessarie a rendere il mercato dei capitali competitivo non possono essere posticipate”, ha detto Giorgetti. “Per raggiungere questo obiettivo serviranno almeno 500 miliardi di euro e una parte consistente di queste risorse dovrà arrivare giocoforza dai capitali privati”.

Carlo Trabattoni

La conferenza plenaria di apertura è poi proseguita con il discorso del presidente di Assogestioni, Carlo Trabattoni, il quale ha colto l’occasione per ricordare che il 2024 segna il 40° anniversario della fondazione dell’Associazione, ponendo l’accento sull’evoluzione dell’industria del risparmio gestito dal 1984 ad oggi: “In questi decenni, la nostra industria è maturata in termini di offerta, di qualità e di trasparenza. Oggi gli investitori, siano essi istituzionali o privati, possono accedere a una gestione professionale riconosciuta dagli attori politici e sociali del Paese come portatrice di valore e di opportunità”.

Ruolo sociale del risparmio gestito

È stata inoltre sottolineata l’importanza del ruolo sociale del risparmio gestito nell’attuale contesto economico-finanziario. Gli effetti positivi di un’allocazione responsabile capace di guardare al lungo periodo e all’economia reale non riguardano, infatti, solo le disponibilità finanziarie e gli obiettivi dei risparmiatori, ma coinvolgono l’intero tessuto produttivo: “Oggi più che mai, il risparmio gestito può svolgere un ruolo straordinario nella società. Il nostro settore ha la forza di movimentare ingenti capitali che possono coniugare all’obiettivo del rendimento anche un impatto sull’economia”, ha commentato Trabattoni.

Chiara Montanari

Protagonista del keynote speech è stata invece Chiara Montanari, ingegnere e prima donna italiana ad aver guidato una spedizione in Antartide. Montanari ha sottolineato l'importanza di un approccio volto ad accettare la complessità e l'incertezza come elementi insopprimibili del nostro agire e come stimolo a cambiare prospettiva, in modo da vedere gli ostacoli come “allenatori di talenti”. “L'imprevisto può mandarci in crisi ma ci è amico perché se riusciamo a rimanere presenti a ciò che sta succedendo abbiamo l'opportunità di risvegliarci ai nostri schemi e comportamenti automatici” ha dichiarato Chiara Montanari.  La plenaria di apertura si è conclusa con una tavola rotonda che ha visto coinvolti i tre Vicepresidenti di Assogestioni, Cinzia Tagliabue, Giovanni Sandri e Saverio Perissinotto.

Lo stand di QN Economia

Ospiti allo stand di Quotidiano Nazionale Economia alcuni dei principali protagonisti del settore del risparmio gestito in Italia. Duccio Marconi, direttore centrale consulenti finanziari di Mediobanca; Angelo Meda, responsabile azionario di Banor; Davide Gatti, head of retail and private division di Anima; Arianna Magni, head of Institutional and International Business Development di Etica Sgr; Simone Bini Smaghi, vice direttore generale Arca Fondi  Sgr, Giovanni De Mare, country head Italia di Alliance Berstein; Gian Luca Cerone, head of sales di Nordea; Marco Berardi, vice direttore generale Banca Generali; Rodolfo Fracassi, ceo di mainstreet Partners; Simone Ragazzi, portfolio manager di Algebris; Luca Fasan, portfolio manager di Sycomore AM-Generali Investments; Stefania Paolo, country head Italia BNY Mellon Investment Management; Piero Davini, co fondatore di Teseo.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro