Open Fiber, garanzie sugli anticipi del fondi Pnrr

Open Fiber ha ottenuto una linea di credito di 550 milioni di euro per garantire l'anticipo dei fondi del Pnrr per il progetto "Italia a 1 Giga". Le garanzie sono state emesse da un gruppo di assicurazioni internazionali e nazionali, facilitando la costruzione di infrastrutture per la connettività ultraveloce in tutto il Paese.

Via libera per Open Fiber alla più grande operazione fideiussoria finora realizzata nell’ambito delle anticipazioni dei fondi del Pnrr. Il gruppo ha ottenuto una linea di credito per l’emissione di garanzie a sostegno dell’anticipo del 30% dei fondi del Pnrr, pari a circa 550 milioni di euro per il bando ‘Italia a 1 Giga’. Le garanzie riguardano i lotti Puglia, Toscana, Lazio, Sicilia, Emilia Romagna, Campania, Friuli Venezia Giulia, Veneto e Lombardia, hanno durata triennale e sono state emesse da un gruppo di assicurazioni internazionali e nazionali. Il pool capitanato da Allianz Trade, e con il supporto di Sace, che ha contro-garantito per circa il 30%, ha visto partecipi nella definizione dell’operazione le seguenti compagnie di assicurazione: Axa Assicurazioni, Generali global corporate & commercial Italia, Hdi Assicurazioni, Helvetia Assicurazioni, Qbe Europe, Reale Mutua, S2C, Sace Bt, Tokyo Marine Europe, Vittoria Assicurazioni, Zurich e altre.

"L’operazione agevola il processo di costruzione di un’infrastruttura fondamentale per assicurare connettività ultraveloce e la fruizione dei servizi digitali ai cittadini di zone che ne sono prive . Open Fiber è in prima linea nel contribuire alla digitalizzazione del Paese nelle grandi città come nei borghi e nelle aree più remote" commenta Giuseppe Gola, Ad Open Fibe.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro