Domenica 14 Luglio 2024
BRUNO ANTONIO MIRANTE
Economia

L’olio di Calabria diventa Igp. Oscar Farinetti: “Prodotto pazzesco, ma lo vendete a troppo poco”

Un’etichetta unica per caratterizzare l’olio prodotto nella regione e ritenuto da molti esperti un’eccellenza poco conosciuta

Il logo dell'Olio di Calabria Igp

Il logo dell'Olio di Calabria Igp

Catanzaro, 20 novembre 2023 – L'olio di Calabria Igp si dota dell'etichetta unica. Il nuovo marchio dell'oro verde calabrese, che ha l'obiettivo di indirizzare i consumatori verso la qualità e la salvaguardia delle tradizioni, è stato presentato ufficialmente nella sede della Regione Calabria, dal presidente del Consorzio Olio di Calabria Igp, Massimino Magliocchi e dall'assessore regionale all'Agricoltura Gianluca Gallo. Si tratta di una svolta cruciale che conferirà ai produttori maggiore competitività e rafforzerà il loro legame con il territorio oltre a dare l'abbrivio ad un percorso di riconoscibilità del prodotto al di fuori dei confini nazionali.

Approfondisci:

Pizzerie migliori d’Italia 2023: quali sono e quanto costa mangiarci

Pizzerie migliori d’Italia 2023: quali sono e quanto costa mangiarci

L’etichetta Igp

Sull’etichetta, oltre al marchio di Indicazione Geografica Protetta, d'ora in avanti sarà presente il logo dell’olio di Calabria Igp, caratterizzato dall’immagine stilizzata di un ulivo, il cui tronco è composto da cinque tratti che conducono alle cinque province della Regione (Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria e Vibo Valentia). Un simbolo che vuole mettere in risalto la secolare tradizione olivicola della Calabria. Una tradizione che si traduce in un prodotto d'eccellenza ma ancora troppo poco conosciuto sul mercato internazionale.

Il brand

"Avere un’etichetta unica significa che cominciamo a brandizzare la nostra immagine e diamo un riconoscimento al nostro olio di qualità per iniziare un percorso di riconoscibilità al di fuori dei confini regionali – ha detto l'assessore Gallo –. L’etichetta unica del Consorzio Olio di Calabria IGP - ha aggiunto - sarà indice di una tendenza sempre più improntata alla ricerca assoluta della qualità, unica ambizione da coltivare oltre a quella delle olive".

Approfondisci:

Oltre 35 mila opportunità di lavoro per Natale: ecco le figure più ricercate

Oltre 35 mila opportunità di lavoro per Natale: ecco le figure più ricercate

La parole di Farinetti

Qualche settimana fa era stato Oscar Farinetti a portare l'olio d'oliva calabrese all'attenzione generale. Nel periodo in cui i prezzi dell'oro verde schizzano alle stelle per scarsità di olive e a causa dell'inflazione, l'imprenditore piemontese pare aver colto le potenzialità del prodotto che viene realizzato dal Pollino allo Stretto. Il fondatore di Eataly, durante la presentazione del suo ultimo libro a Vibo Valentia, ha dichiarato: "L'olio extravergine di oliva calabrese è un prodotto pazzesco che viene venduto sotto costo. Mi piacerebbe produrre in Calabria l’olio da vendere all’estero. E investire qui come ho fatto in Sicilia, dove ho due aziende che producono vino e pasta".