Nel carrello della spesa sempre più prodotti a Marca del Distributore

In Italia le scelte dei consumatori premiano i prodotti MDD, con dati di mercato in crescita per valore e volume

Presentazione Rapporto Marca

Presentazione Rapporto Marca

Bologna, 18 Gennaio 2024 – La ventesima edizione di Marca permette di avere uno spaccato sulla situazione della distribuzione moderna in Italia e in particolar modo, ovviamente, della Marca del Distributore.

La fiera, organizzata in collaborazione con ADM - Associazione Distribuzione Moderna e con il patrocinio della Regione Emilia-Romagna e della Camera di Commercio di Bologna, Marca by BolognaFiere è l’unico appuntamento in Itali interamente dedicato ai prodotti food e non food a Marca del Distributore e l’unico in Europa ad annoverare tra gli espositori le principali insegne della Distribuzione Moderna Organizzata che compongono anche il Comitato Tecnico Scientifico dell’evento: Agorà Network, Brico Io, Carrefour, Conad, Consorzio C3, Coop, Coralis, Cortilia, Crai, D.It - Distribuzione Italiana, Decò, Despar, Ergon, Italy Discount, Lekkerland, Marr, Md, PiùMe, Risparmio Casa, Selex, S & C Consorzio Distribuzione Italia e Végé.  

I numeri di Marca

La manifestazione negli anni è cresciuta per quantità e qualità della proposta espositiva, fino a raggiungere i numeri record della ventesima edizione. Sono infatti oltre 1.100 gli espositori di Marca by BolognaFiere, distribuiti in 7 padiglioni e 26.000 metri quadrati di superficie netta, con un aumento del 26% rispetto allo scorso anno. Se il food mantiene il proprio ruolo di rilievo, con più di 800 aziende che portano in fiera novità e prodotti di tendenza, il non food si conferma come segmento di grande interesse, con 200 espositori presenti. Si amplia in quest’area il paniere dei prodotti per la cura della casa, la cura della persona e il fai-da-te/brico, con particolare attenzione ai temi dell’efficienza e della sostenibilità, mentre aumentano di pari passo le soluzioni legate al packaging, ai servizi e alla logistica nell’area Marca Tech, con circa 100 espositori.  

L'analisi al comportamento del consumatore

In un periodo ad alto tasso di complessità, segnato da crisi globali e climatiche, precarietà lavorativa e aumento dei prezzi dei beni di consumo, le famiglie italiane si trovano ad affrontare incertezza e preoccupazioni diffuse. È in questo contesto che emerge con forza la tendenza a optare sempre più spesso per la Marca del Distributore: nel tentativo di contenere i costi, i consumatori privilegiano infatti alternative di qualità, ma generalmente più economiche. Il ruolo chiave giocato dalla MDD nel 2023 è al centro del XX Rapporto Marca by BolognaFiere a cura di Circana e illustrato nel dettaglio nel corso del convegno dedicato al tema.  

Il rapporto in sintesi

In un mercato sottoposto a una forte pressione dovuta all'incremento dell'inflazione, si osserva una crescita del totale del largo consumo confezionato pari al 9%, guidata da un’inflazione a doppia cifra (10%) e con una contrazione dei volumi di vendita dell’1.4%.

Diverso il quadro per la Marca del Distributore che, oltre a registrare un incremento significativo a valore (+15,4%) – che le consente di raggiungere 22,1 punti di quota, con un guadagno di +1,2% rispetto allo stesso periodo 2022 – cresce anche in termini “reali” a volume (+4,7%). Questo nonostante un’inflazione superiore all’industria di marca (10,6 vs 10), ma che risulta in discesa negli ultimi mesi. Analizzando le categorie merceologiche, migliora il posizionamento competitivo della MDD in tutti i reparti merceologici con un particolare guadagno di punti quota nel settore del Freddo (+2,7%), Cura Persona (+2,1%), Cura Casa (+1,8%) e nel Fresco (+1,6%).

La crescita a valore tra i reparti è sostenuta da una crescita anche a volume. Il trend positivo della MDD va di pari passo con un aumento dell’offerta che le consente di raggiungere il 16,6% di quota assortimentale, in aumento dello 0,7% rispetto al 2022. I segmenti di offerta Mainstream e Primo Prezzo guidano la crescita a valore della MDD (Insegna, +16,2%; Marchi Do, +42,9%; Primo Prezzo, +19,0%), mentre rallenta la crescita delle linee di alta gamma a eccezione del Funzionale che con un +15,3% che mantiene un buon dinamismo. Anche per la MDD si rilevano segnali di ripresa della pressione promozionale (+1,4%) con un’inversione di tendenza rispetto al passato, ma non ancora ai livelli pre-pandemici.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro