Venerdì 19 Aprile 2024

Mike Tyson su Netflix: quanto costano i biglietti (e quanto guadagnerà lui)

L’icona del pugilato, 57 anni, tornerà sul ring. Chi è l’avversario Jake Paul

Mike Tyson a 57 anni tornerà sul ring

Mike Tyson a 57 anni tornerà sul ring

Roma, 11 marzo 2024 – Mike Tyson, 57 anni, icona del pugilato, nonché uno dei personaggi più controversi della storia dello sport, tornerà sul ring. La data da segnare sul calendario è il 20 luglio 2024: questa volta il pugile affronterà sul ring Jake Paul, fratello del noto influencer Logan Paul, in uno scontro che sarà trasmesso in diretta sulla piattaforma statunitense Netflix. Si tratta di un evento significativo, dal momento che Tyson ha appeso i guantoni al chiodo ben 19 anni fa, nel lontano 2005, dopo la sconfitta contro l’irlandese Kevin McBride. Da quell’anno, il pugile ha fatto una sola ricomparsa sul ring nel 2020 per affrontare Roy Jones Jr, in un match che si è concluso con un pareggio e senza un effettivo ko.

Biglietti: fino a 10mila euro per i posti esclusivi

Quanto costa un biglietto per assistere allo scontro sul ring tra Tyson e Paul? Il prezzo per le sedute più economiche si aggira intorno ai 179 dollari (165 euro), mentre il costo per sedere alle poltroncine più esclusive può arrivare fino a 11.147 dollari (circa 10.200 euro). Per quanto riguarda le borse dei contendenti, le cifre ufficiali non sono ancora pubbliche, ma gli esperti suppongono che si possa avvicinare al miliardo di dollari.

Chi è Jake Paul?

Jake Paul ha 27 anni, e proprio come il fratello Logan, è diventato celebre in tutto il mondo grazie ai contenuti creati su Youtube. Negli anni, ha iniziato ad esplorare altri campi, come la musica, il cinema, fino ad approdare al mondo della boxe. La sua carriera da pugile ha preso il via nell'agosto del 2018, quando ha trionfato contro lo YouTuber britannico Deji Olatunji in un incontro amatoriale, ottenendo una vittoria per KO tecnico al quinto round. Da allora, Paul ha partecipato ad altri sette incontri, uscendone sempre vittorioso, fino al confronto con Tommy Fury, dove è stato sconfitto a seguito di una decisione divisa dei giudici di gara. Di recente, il 4 marzo 2024, anche Ryan Bourland, celebre pugile di Dickinson, è stato messo ko da Paul, il quale si è riconfermato ancora una volta uno dei pugili più forti del momento.  

Netflix e le dirette

L'evento rappresenta un altro passo avanti della società statunitense verso la trasmissione di contenuti live, soluzione che ha il potenziale di attirare un vasto pubblico in tutto il mondo. Si ricorda che recentemente Netflix ha sottoscritto un accordo da cinque miliardi di dollari con Tko Group Holdings per trasmettere in diretta Raw, il principale programma di wrestling della Wwe. L'accordo entrerà in vigore nel gennaio del 2025 e avrà una durata di 10 anni. La scelta della Wwe di spostare Raw dalla USA Network, il canale originario in cui veniva trasmesso il programma, riflette le pressioni economiche che gravano sui tradizionali operatori televisivi via cavo. Intanto prosegue il trend dello streaming, sempre più utilizzato dai consumatori.  

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro