Venerdì 24 Maggio 2024
GIULIA BERGAMI
Economia

Mercato dell'arte, i nuovi clienti sono Gen Z e Millennials

Borse, gioielli e prodotti di design sono fra gli articoli su cui si sta concentrando il pubblico del lusso

Il mercato del lusso

Il mercato del lusso

Le generazioni più giovani, soprattutto under 40, si stanno avvicinando al mondo dell’arte e del collezionismo soprattutto per la categoria del lusso con borse, gioelli e prodotti di design. Ad attestarlo l’edizione 2024 del report “Il mercato dell’arte e dei beni da collezione” di Deloitte Private, presentato in anteprima durante la Mia Photo Fair di Milano. 

“Uno dei trend più interessanti emersi dal nostro report di quest’anno è quello della crescita dei nuovi acquirenti tra le generazioni più giovani, soprattutto under 40, che continuano a trainare la domanda come diretta conseguenza della digitalizzazione e delle strategie di espansione delle principali major” commenta Barbara Tagliaferri, Partner e Art&Finance Coordinator di Deloitte Italia.

I nuovi clienti under 40 

Tra il 30% e il 50% del nuovi acquirenti dei principali nomi del mondo delle case d’aste,  appartiene alla fascia di età dei Millennial (1981-1995) e delle Generazione Z (1996-2012). Ma che cosa attrae queste generazioni? In primis vi è un crescente interesse per gli artisti millennial ultra-contemporanei e poi ciò che attira questi nuovi utenti sono principalmente prodotti meno impegnativi da un punto di vista economico e di impatto a livello sociale sociale quali borse, prodotti di design, gioielli, sneakers, orologi e vino.
Inoltre, secondo quanto emerso sempre dalla ricerca di Deloitte, i collezionisti al di sotto dei 35 anni di età hanno motivazioni peculiari e bisogni specifici nel momento in cui decidono di investire nell’arte, spesso diverse dalle generazioni precedenti. In particolare, sono interessati ai rendimenti degli investimenti artistici in una percentuale che supera l’80%, contro il 44% dei collezionisti più anziani. A questo si affianca l’interesse su investimenti di impatto sociale che tocca il 41% degli acquirenti e che è in linea con i temi sui quali queste generazioni mostrano una spiccata sensibilità. Anche la gestione del rischio rientra tra i servizi ritenuti più rilevanti da 7 giovani collezioni su 10.  

Giovani collezionisti, ma anche giovani artisti  

Al mercato dell'arte le generazioni più giovani non si affacciano solo da collezionisti ed acquirenti, ma nel 2023 dei buoni risultati li hanno ottenuti anche gli artisti under 40 superando talvolta le quotazioni di nomi storici: soprattutto artiste donne e africani noti al mercato internazionale. Inoltre, si delinea in modo sempre più netto, l’interesse per i giovanissimi dell’arte ultra-contemporanea che si caratterizzano per una pittura figurativa, molto colorata e adatta ad essere postata sui social.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro