Terna investe cento milioni su Tyrrhenian Lab

PRENDE IL VIA la seconda edizione del master “Digitalizzazione del sistema elettrico per l...

Terna investe cento  milioni su Tyrrhenian Lab

Terna investe cento milioni su Tyrrhenian Lab

PRENDE IL VIA la seconda edizione del master “Digitalizzazione del sistema elettrico per la transizione energetica”, promosso da Terna in collaborazione con le Università di Cagliari, Palermo e Salerno, nell’ambito del progetto Tyrrhenian Lab, per il quale l’azienda, guidata da Giuseppina Di Foggia (nella foto a sinistra), ha previsto un investimento complessivo di 100 milioni di euro dal 2022 al 2026. L’inaugurazione del master – la seconda delle tre edizioni previste – è avvenuta con un evento organizzato in contemporanea nei tre atenei coinvolti.

Il Tyrrhenian Lab ha l’obiettivo di istituire un centro di formazione di eccellenza distribuito nelle sedi delle tre rispettive città in cui approderanno i cavi del Tyrrhenian Link, l’elettrodotto sottomarino di Terna che unirà la Campania, la Sicilia e la Sardegna, per un totale di circa 970 chilometri di collegamento e 3,7 miliardi di euro di investimenti, favorendo l’integrazione dei flussi di energia proveniente da fonti rinnovabili. Considerata la positiva partecipazione alla prima edizione, Terna, d’intesa con i tre atenei coinvolti, ha deciso di ampliare il numero di posti disponibili. Saranno infatti 19 per ateneo, e non più 15, le studentesse e gli studenti che, superata la fase di selezione, prenderanno parte al corso, per un totale di 57 partecipanti. Il numero delle candidature presentate è in forte aumento: pervenute circa 300 domande (di cui il 36% a Palermo, il 34% a Salerno e il 30% a Cagliari), quasi il doppio rispetto alle 170 della prima edizione. In crescita anche la partecipazione femminile: circa il 40% dei 57 selezionati, rispetto al 33% della prima edizione. "Il Tyrrhenian Lab conferma il ruolo che Terna svolge per il Paese: guidare la transizione energetica attraverso investimenti mirati alla crescita infrastrutturale e allo sviluppo di competenze di eccellenza – spiega Igor De Biasio (nella foto a destra), presidente di Terna. "Considerato l’attuale contesto, è di vitale importanza puntare su giovani pronti a intercettare i cambiamenti in corso, le nuove sfide e le enormi opportunità che le tecnologie digitali innovative offrono nel settore dell’energia".

"Terna è costantemente impegnata a rendere la rete di trasmissione elettrica sempre più efficiente, digitalizzata e sicura. Per fare questo, oltre agli investimenti previsti in tutto il Paese, sono fondamentali le competenze specializzate e trasversali di alto livello, come quelle che vengono sviluppate con il Tyrrhenian Lab", commenta Giuseppina Di Foggia, ad e direttore generale di Terna. Una volta terminato il corso, 19 studenti, selezionati con il supporto degli atenei coinvolti, saranno assunti da Terna e potranno operare nella sede territoriale in qualità di esperti di algoritmi e modelli per il mercato elettrico, sistemi di analisi e regolazione degli apparati di campo e sistemi di automazione di stazione.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro