Giovedì 18 Aprile 2024

Logistica e packaging: l’ambiente al centro

TRASPORTI, LOGISTICA e packaging. Tre parole che descrivono una filiera tra le più importanti del tessuto industriale emiliano-romagnolo. Per comprenderlo,...

Logistica  e packaging: l’ambiente al centro

Logistica e packaging: l’ambiente al centro

TRASPORTI, LOGISTICA e packaging. Tre parole che descrivono una filiera tra le più importanti del tessuto industriale emiliano-romagnolo. Per comprenderlo, basta pensare al tragitto che qualsiasi bene di consumo – dai pacchi ordinati on line al cibo che, tutti i giorni, portiamo sulle nostre tavole, passando per le più varie forniture industriali – compie nelle tappe di un processo produttivo. Decine di migliaia le aziende di confezionamento, trasporto e consegna in un comparto su cui si gioca una buona fetta del futuro del nostro territorio e del nostro Paese. Una delle sfide è renderlo sempre più compatibile con l’ambiente. Di questo e di molto altro si parlerà nel convegno "Innovazione e sostenibilità nel trasporto, packaging e logistica: prospettive e soluzioni per un futuro resiliente", organizzato nell’ambito di QN Distretti e che si terrà giovedì a Bologna, alla Fondazione Fashion Research Italy.

L’incontro inizierà alle 17 con il saluto di Pietro Cervellati, Brand ambassador della Fondazione Fashion Research Italy. Poi, il primo panel, "Un’integrazione strategica per la mobilità sostenibile – Visioni politiche a confronto", che vedrà confrontarsi Galeazzo Bignami (nella foto sopra a sinistra), viceministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Andrea Corsini (nella foto sopra a destra), assessore regionale a Mobilità, Infrastrutture e Cesare Alemanni, autore del libro ‘La signora delle merci. Dalle caravelle ad Amazon. Come la logistica governa il mondo’ (Luiss University Press). Modera Valerio Baroncini, vicedirettore de il Resto del Carlino. Si parlerà del passante che per Bignami è "necessario per far fronte all’esigenza di flusso e di carico del nodo bolognese, sempre più congestionato". Un progetto "ereditato dal precedente governo" e, anche se non ottimale, "al momento non modificabile".

Anche l’assessore Corsini chiede al "Mit e ad Autostrade di accelerare" per far partire i cantieri al più presto. "Dalla risoluzione del nodo di Bologna – dice – trarrà benefici tutto il Paese". L’incontro sarà l’occasione per riflettere sul futuro Aeroporto Marconi, tra le proteste dei residenti e le spinte di sviluppo, e dell’alta velocità sulla dorsale adriatica. Parola, poi, ad Alberto Vacchi, presidente e Ad di Ima, per un intervento.

La seconda parte dell’incontro si intitola "Esplorare le sinergie tra trasporto, packaging e logistica per promuovere pratiche sostenibili" e vede protagonisti Cecilia Bavera, responsabile Emilia Est-Romagna Bper Banca, Stefano Cattorini, direttore generale Bi–Rex Competence Center, Marco Marcatili, presidente Caab, Enrico Postacchini, numero uno dell’aeroporto Marconi. Modera Piero Fachin, condirettore di QN. Bignami illustrerà i progetti per il settore, incluso il nuovo disegno di legge sugli Interporti di fresca approvazione alla Camera, che punta a razionalizzare le piattaforme logistiche. Al governo chiede un passo in più l’assessore Corsini. "L’Emilia-Romagna è all’avanguardia per quanto riguarda la logistica – fa notare - e lo sarebbe ancora di più se il governo ci desse la soddisfazione di istituire la Zona logistica semplificata" per la quale manca ancora l’approvazione definitiva di Palazzo Chigi.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro