Domenica 21 Aprile 2024

Il Sebino capitale delle guarnizioni in gomma

IL SETTORE È SOLIDO, anche perché le implicazioni di uso delle guarnizioni in gomma sono davvero le più diverse. Dalla...

Il Sebino capitale delle guarnizioni in gomma

Il Sebino capitale delle guarnizioni in gomma

IL SETTORE È SOLIDO, anche perché le implicazioni di uso delle guarnizioni in gomma sono davvero le più diverse. Dalla gomma delle caffettiere, a quella che troviamo nelle auto, fino all’impiego negli elettrodomestici, la cosiddetta "industria del bianco", e nel settore medical, ma non solo. Gli usi delle guarnizioni di gomma sono tantissimi nella vita di tutti i giorni, nell’idraulica, per esempio, ma anche in altri ambiti della vita domestica e quotidiana. Su questo distretto economico particolarmente virtuoso accende i propri riflettori Qn, con un incontro intitolato "L’innovazione della gomma e della plastica: percorrendo le vie della sostenibilità e della competitività globale".

L’appuntamento è a Bergamo domani alle 17. Massimo Parzani (nella foto), presidente dell’Associazione Produttori Guarnizioni del Sebino, tra i protagonisti dell’incontro, racconta la dimensione del mercato e gli asset di crescita delle imprese della gomma in Italia. "Gran parte del distretto della gomma si trova fra le province di Bergamo e di Brescia e la produzione si concentra in un territorio abbastanza circoscritto", spiega. In tutto il distretto si sviluppa in una manciata di comuni, fra i territori di Brescia e Bergamo. È proprio a quest’area produttiva che guarda il mondo intero, sia per gli standard di qualità, sia come esempio virtuoso e consolidato di responsabilità sociale d’impresa.

"In materia di sostenibilità queste imprese, in totale circa 200, di tutte le dimensioni, sono molto impegnate personalmente sul territorio, avendo con l’area dove operano un rapporto diretto e molto importante", spiega Massimo Parzani. Nel settore della gomma, insomma, la sostenibilità si declina non solo in materia di maggior rispetto per l’ambiente, tema che è sempre più dettato dai consumatori finali, la cui sensibilità è molto aumentata, ma anche e soprattutto dall’etica personale. "Le attività sociali di queste imprese sono molte e tutte legate ad esigenze reali dei territori", spiega Parzani. L’intero comparto ha un giro d’affari di circa un miliardo di euro e competenze tecnologiche molto alte.

"Per questo – osserva ancora il presidente dell’associazione – l’Italia detta gli standard europei e mondiali in materia di guarnizioni in gomma. C’è molta competizione interna, il che porta l’intera filiera ad essere sempre più efficiente. Il rapporto fra qualità e prodotto, la capacità dei processi, l’innovazione costante e sempre più anche l’attenzione alla sostenibilità fanno di questo distretto economico quello più performante d’Italia e un modello per il mondo intero". L’Associazione produttori guarnizioni del Sebino è il punto di riferimento per il comparto della lavorazione della gomma del Sebino e riunisce oggi oltre 40 aziende, circa un quarto dell’intero comparto.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro