Mercoledì 17 Luglio 2024

Ita-Lufthansa, ok alle nozze: l’attesa è finita

L'Unione Europea dà il via libera alla fusione tra Ita Airways e Lufthansa. Il processo, iniziato oltre un anno fa, prevede l'acquisizione del 41% di Ita da parte di Lufthansa, con un investimento totale di 829 milioni di euro. La conclusione dell'operazione è attesa nei prossimi mesi dopo sacrifici per garantire la concorrenza.

Ita-Lufthansa, ok alle nozze: l’attesa è finita

Ita-Lufthansa, ok alle nozze: l’attesa è finita

L’attesa è finita. Arriva oggi il via libera dell’Ue alle nozze Ita Airways-Lufthansa, tanto che il ministro dell’Economia Giancarlo Giorgetti ha convocato in tarda mattinata una conferenza stampa con il presidente di Ita, Antonino Turicchi, e l’amministratore delegato di Lufthansa, Carsten Spohr, nella sede del dicastero di via XX Settembre.

Approfondisci:

Ita-Lufthansa, via libera dalla Commissione Ue: cosa succede ora a Linate e Fiumicino

Ita-Lufthansa, via libera dalla Commissione Ue: cosa succede ora a Linate e Fiumicino

Dopo oltre un anno dall’accordo preliminare, sottoscritto a maggio 2023 tra il Tesoro e Lufthansa per la cessione di una quota di minoranza di Ita Airways al gruppo tedesco, le authority nazionali dei Ventisette hanno approvato la fusione sulla scia di un approfondito esame dell’operazione e domani con un giorno di anticipo, rispetto alla scadenza del 4 luglio, ci sarà l’annuncio ufficiale di Bruxelles.

Poi ci vorranno ancora un paio di mesi per arrivare al closing, ossia al contratto definitivo, tra Ita e Lufthansa. Il colosso di Colonia acquisirà dall’azionista Mef una quota del 41% di Ita Airways attraverso un aumento di capitale di 325 milioni di euro, per poi salire in una seconda fase al 100% della newco, nata dalle ceneri di Alitalia, per un investimento complessivo di 829 milioni di euro.

Al lieto fine si è però arrivati dopo una serie di sacrifici fatti dalle due compagnie su richiesta dell’Antitrust Ue, preoccupata per l’impatto dell’operazione sulla concorrenza e sui consumatori.

Red. Eco.