Martedì 23 Aprile 2024

Ita aumenta i ricavi e riduce le perdite: "Sì a Lufthansa, non c’è piano B"

Nel 2023 trasportati 15 milioni di passeggeri (+47%). Break even raggiunto in anticipo

Ita aumenta i ricavi e riduce le perdite: "Sì a Lufthansa, non c’è   piano B"

Ita aumenta i ricavi e riduce le perdite: "Sì a Lufthansa, non c’è piano B"

Il matrimonio tra Ita Airways e Lufthansa si farà. Ne è convinto il presidente dell’ex compagnia di bandiera, Antonino Turicchi: "Su Ita-Lufthansa non abbiamo un piano B", ha detto ieri in conferenza stampa. Turicchi è ottimista sull’esito del confronto con Bruxelles e ha detto di avere "forti elementi da evidenziare" a favore dell’operazione, anche perché le obiezioni avanzate non sono definitive, ma fanno parte di un processo che dovrebbe concludersi il 6 giugno, con un possibile slittamento fino al 26-27.

"Questa operazione è nata sulla condivisione di un piano industriale, non di un piano salvataggio. E riteniamo che questo elemento debba essere oggetto di maggiore apprezzamento da parte della Commissione Ue", ha sostenuto Turicchi, rispondendo a chi gli chiedeva un commento sui rilievi avanzati da Bruxelles. "Al tavolo della Commissione non è stata presentata un’operazione di salvataggio di un’azienda in crisi, ma un’operazione in cui l’azionista ha ritenuto che il consolidamento fosse lo strumento per avere operatori più forti", ha precisato Turicchi.

Sulle richieste della Commissione di tagliare le rotte a lungo raggio, però, Turicchi è stato piuttosto deciso: "Sul lungo raggio siamo cresciuti in modo importante ma abbiamo 15 rotte e dire che sono problematiche 8 di queste, è per noi un numero importante. Quindi vogliamo far ridurre questo numero". Per quanto riguarda gli slot, invece, si è dimostrato possibilista: "Non abbiamo messo asticelle sui numeri, siamo aperti al confronto e quando si tratterà di discuterne metteremo un numero di slot che riterremo sufficiente per fronteggiare le preoccupazioni della Commissione".

Migliorano, intanto, i conti dell’erede di Alitalia, con una perdita quasi azzerata nel 2023. La newco archivia l’anno con un rosso in discesa a 5 milioni di euro, in miglioramento di 481 milioni rispetto al 2022, mentre i ricavi totali salgono a 2,4 miliardi, l’Ebitda è positiva per 70 milioni. Il break even, ossia il pareggio tra ricavi e costi, è stato quindi raggiunto con un anno di anticipo rispetto alle previsioni. E la compagnia al 31 dicembre registra una liquidità in cassa pari a 450 milioni (comprensivi dell’aumento di capitale di 250 milioni da parte del Mef), in aumento di 26 milioni rispetto al 2022. Nell’anno i passeggeri trasportati sono stati circa 15 milioni (+47%).

Elena Comelli

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro