Lunedì 20 Maggio 2024

Intesa Sanpaolo va oltre le stime. Utile di 2,3 miliardi nel trimestre

Confermati i target 2024. Dividendi per 1,6 miliardi, in giugno via al buyback .

Intesa Sanpaolo va oltre le stime. Utile di 2,3 miliardi nel trimestre

Intesa Sanpaolo va oltre le stime. Utile di 2,3 miliardi nel trimestre

Intesa Sanpaolo batte le attese degli analisti e, nel primo trimestre dell’anno, mette a segno un utile netto di 2,3 miliardi di euro, anche grazie alla spinta degli interessi netti, con una crescita del 17,6% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Il gruppo conferma gli obiettivi di un risultato netto di oltre 8 miliardi di euro nel 2024. Si tratta del "miglior inizio d’anno di sempre con risultati di alta qualità grazie alla accelerazione delle commissioni e dell’attività assicurativa", afferma Carlo Messina, ceo e consigliere delegato.

Il conto economico consolidato del gruppo registra un aumento degli interessi netti a 3,93 miliardi, le commissioni nette a 2,27 miliardi ed i proventi operativi balzano a 6,73 miliardi. La solidità dei risultati ottenuti conferma il gruppo bancario come "leader europeo per redditività elevata e sostenibile, forza patrimoniale e basso profilo di rischio; con un ruolo unico a supporto dell’economia reale e sociale del nostro Paese", prosegue Messina. In Borsa il titolo ha chiuso in calo del 3,1% a 4,846 euro, in linea con il comparto bancario. La reazione di Borsa "non corrisponde ai risultati ma siamo cresciuti così tanto che è normale che ci sono delle prese di beneficio", evidenzia Messina incontrando i giornalisti.

Buone notizie per gli azionisti. Nel mese di maggio la banca distribuirà dividendi per 2,8 miliardi di euro come saldo dell’esercizio 2023. L’utile netto realizzato nel primo trimestre di quest’anno consente già di accantonare dividendi per 1,6 miliardi. La banca prevede una distribuzione agli azionisti del 70% dell’utile netto consolidato per ciascun anno del piano di impresa, con un aumento del dividendo per azione relativo al 2024 e al 2025 rispetto al 2023. A giugno, inoltre, sarà avviato il piano di acquisto di azioni proprie (buyback) pari a 1,7 miliardi. Agli azionisti nel 2024 andranno complessivamente 7,3 miliardi incluso il buyback. Ulteriori distribuzioni saranno "valutate anno per anno".

L’approvazione dei risultati del trimestre è stata l’occasione anche per decidere i vertici di Isybank, la banca digitale di Intesa Sanpaolo. Francesco Profumo assume la carica di presidente e Antonio Valitutti è stato confermato amministratore delegato. Mario Boselli, che lascia la presidenza, andrà a ricoprire l’incarico di vicepresidente.

Alberto Levi

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro