Sabato 22 Giugno 2024

"C’è il Gran Premio". Slitta lo sciopero

Il vicepremier Salvini impone la precettazione dei lavoratori delle Fs per evitare lo sciopero durante il Gran Premio di Formula Uno a Roma, scatenando polemiche sindacali sull'attacco al diritto di sciopero.

C’è il gran Premio di Formula Uno, lo sciopero non si può fare. Il vicepremier e ministro delle Infrastrutture, Matteo Salvini, ricorre ancora una volta all’arma della precettazione dei lavoratori per far slittare lo stop nazionale del personale delle Fs indetto da alcune sigle sindacali dalle 3 di domani. L’agitazione è stata spostata dalle 2 di lunedì 20, sempre per 24 ore. Una decisione, spiega il Mit in una nota, "maturata soprattutto in vista dell’importante weekend per gli appassionati di Formula 1". L’afflusso di turisti e appassionati stimato è di oltre 200mila persone, spiega il ministero. Ancora più diretto il ministro Salvini, che risponde senza mezze misure ai sindacati, che non hanno per nulla digerito la precettazione: "Mi denunceranno anche stavolta? Non mi interessa. Per i diritti di alcuni non puoi bloccare gli altri e un’intera regione che si muove". Pochi minuti prima, era stato il leader della Cgil, Maurizio Landini, ad alzare il livello dello scontro: "Credo che ormai siamo in modo evidente di fronte al tentativo di mettere in discussione il diritto di sciopero nel nostro Paese. Siamo di fronte ad una logica autoritaria e pericolosa".

Antonio Troise