Venerdì 19 Aprile 2024

Imu e Tari, sconto del 5% con l’addebito sul conto corrente. Ecco come si dovrà fare

Il provvedimento è contenuto nella legge delega sulla riforma del fisco che dovrà essere approvata

Uno sconto per chi paga Imu e Tari subito

Uno sconto per chi paga Imu e Tari subito

Milano, 29 settembre 2023 – La parola d’ordine è semplificare. E, per raggiungere l’obiettivo, potrebbe essere anche una sorta di premialità per i contribuenti che accettano di pagare on line, con l’addebito diretto sul conto corrente. Nella legge delega sulla riforma del fisco c’è spazio anche per un nuovo rapporto fra cittadini e fisco. Con tanto di sconti sui tributi locali, come l’Imu e la Tari. Ma ecco le novità nel dettaglio.

Approfondisci:

Alto Adige, a San Cassiano di Badia “una casa costa anche 15mila euro al metro quadro”. Chi sono gli acquirenti

Alto Adige, a San Cassiano di Badia “una casa costa anche 15mila euro al metro quadro”. Chi sono gli acquirenti
Uno sconto per chi paga Imu e Tari subito
Uno sconto per chi paga Imu e Tari subito

Imu e Tari con lo sconto

E’ sicuramente la norma più interessante. Per chi decide sull’addebito diretto nel proprio conto corrente del pagamento delle imposte locali, potrebbe esserci uno sconto del 5%. Toccherà al Comune indicare gli importi per via telematica. A quel punto il contribuente è libero di scegliere. Ma se opterà per l’addebito diretto potrà risparmiare il 5% degli importi, fino però ad un massimo di mille euro. La dichiarazione Imu potrà essere effettuata solo per via telematica con la possibilità, però, di ottenere già nella fase della presentazione le agevolazioni previste per i proprietari di immobili che sono stati occupati abusivamente.

Compensazioni più facili

Le novità non finiscono qui. Sempre nella legge delega approvata dal Parlamento – che dovrà essere concretamente attivata con i decreti attuativi del governo – sarà possibile compensare tutti i tributi locali con la presentazione dell’F24. Al momento, infatti, nella delega del modello, è possibile indicare i codici dei tributi che fanno capo allo stesso ente solo a debito. L’operazione consentirà non solo di far risparmiare soldi e denaro ai contribuenti ma anche di ridurre il carico di lavoro degli uffici comunali.

Approfondisci:

Bollette, arriva la stangata. “Verso +12% luce e +9% gas”

Bollette, arriva la stangata. “Verso +12% luce e +9% gas”

Tasse automobilistiche

Novità anche per gli automobilisti. L’individuazione dei soggetti obbligati a pagare avverrà il primo giorno del periodo tributario e non più l’ultimo giorno utile per il pagamento. In questa maniera si dovrebbero attenuare i problemi legati ai passaggi di proprietà del veicolo nel corso del mese in cui la tassa deve essere pagata. Anche in questo caso ci sarebbe, insomma, una semplificazione.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro