Giovedì 18 Aprile 2024

"Pnrr e fondi. Il dialogo con l’Europa passa dai territori"

UN FORUM ANNUALE per dare nuovo impulso alla crescita economica e sociale del Paese. L’istituiscono la Conferenza delle Regioni, Cassa...

"Pnrr e fondi. Il dialogo con l’Europa passa  dai territori"

"Pnrr e fondi. Il dialogo con l’Europa passa dai territori"

UN FORUM ANNUALE per dare nuovo impulso alla crescita economica e sociale del Paese. L’istituiscono la Conferenza delle Regioni, Cassa Depositi e Prestiti (Cdp) e l’Associazione Nazionale Finanziarie Regionali (Anfir). L’iniziativa ha l’obiettivo di creare una più stretta collaborazione tra le parti dopo i risultati positivi raggiunti negli ultimi due anni di incontri, che permetta più sinergie per migliorare la competitività dei territori. Si intende così operare su proposte e azioni comuni, best practice, problematiche e progetti, elaborando strategie che consentano di favorire in particolare lo sviluppo economico sostenibile, la transizione energetica e l’innovazione digitale. "Lavoriamo per creare più sviluppo nei territori, che sono il volano della nostra economia", spiega Massimiliano Fedriga (nella foto a sinistra), presidente della Conferenza delle Regioni. "Abbiamo il dovere – aggiunge - di utilizzare tutte le sinergie per superare anche le continue tensioni geopolitiche. Così l’appuntamento annuale con Cdp e Anfir servirà a valorizzare e fare sintesi sulle attività comuni. Vogliamo migliorare le opportunità che abbiamo per affrontarle in modo corretto e con nuove iniziative. L’indirizzo è quello dello sviluppo sostenibile, dalla transizione energetica a quella ambientale. L’appuntamento annuale servirà ad affrontare meglio le sfide che abbiamo davanti, a partire dall’attuazione del Pnrr e di un corretto utilizzo degli strumenti finanziari a disposizione. Sostenere lo sviluppo significa salire sull’onda dei cambiamenti in corso e non perdere le opportunità legate alla modernizzazione dei servizi pubblici. In evidenza sono i termini innovazione, riqualificazione, digitalizzazione. Possiamo così accelerare lo sviluppo e declinare nei territori più servizi a cittadini e imprese. Lavoriamo per creare più sviluppo anche attraverso maggiori investimenti esteri nel nostro Paese. E a tal proposito la Conferenza delle Regioni organizza a Trieste, dall’8 al 9 aprile, un altro evento nazionale annuale denominato ‘Selecting Italy’, nel quale coinvolgiamo ministri e presidenti di Regione, stakeholders e accademici per studiare ed elaborare insieme le migliori strategie e proposte. Insomma l’obiettivo è sempre, come per l’appuntamento annuale con Cdp, di miglior le sinergie per il sistema Paese".

Il presidente dell’Associazione nazionale delle finanziarie regionali, Michele Vietti (foto a sinistra, in basso), spiega che "per conseguire il migliore e più efficiente utilizzo delle risorse del Pnrr e dei Fondi strutturali della programmazione 21-27, occorre un costante lavoro di network tra le Finanziarie Regionali, Cdp e le Regioni. La collaborazione tra queste realtà può rappresentare per le imprese non solo il miglior supporto economico e finanziario, ma anche un efficace accompagnamento per implementare buone pratiche di sostenibilità ambientale e sociale". "Rafforzare il legame storico di Cassa Depositi e Prestiti con i territori, con le Regioni – osserva il presidente di Cdp, Giovanni Gorno Tempini (foto sopra, con Dario Scannapieco) – è sempre più cruciale per attivare un modello di collaborazione in grado di valorizzare le potenzialità delle comunità e individuare opportunità per una crescita solida, che non lasci indietro nessuno. La spinta per lo sviluppo sostenibile non può prescindere dall’ascolto e dall’interlocuzione, soprattutto di fronte a sfide che toccano particolarmente i territori. Cdp è impegnata quotidianamente al fianco delle istituzioni locali per migliorare l’offerta di servizi e strumenti finanziari a sostegno dell’innovazione e delle eccellenze che il tessuto sociale e imprenditoriale del Paese esprime". "L’impegno di Cdp per il sistema regionale si è arricchito con una presenza sempre più estesa sul territorio, attraverso le nostre sedi, e soluzioni mirate affinché gli interventi e le risorse impiegate siano capaci di mettere a frutto la sinergia tra chi opera sul piano locale e le istituzioni sovranazionali. In Cdp, infatti, forte è la consapevolezza dell’importanza del rapporto con l’Europa e del nostro ruolo di cinghia di trasmissione delle risorse dall’Ue ai territori. Tutto questo si realizza anche grazie al dialogo con le Regioni e le finanziarie regionali", aggiunge l’amministratore delegato e direttore generale di Cdp, Dario Scannapieco.

Quanto al triennio 2021-2023, Cdp ha portato a termine iniziative per quasi 10 miliardi di euro. A favore di Regioni, Province autonome, società partecipate dalle Regioni e programmi dedicati alle imprese in collaborazione con le Finanziarie regionali sono stati mobiliati direttamente 2,5 miliardi, di cui 1 miliardo è stato destinato allo sviluppo delle infrastrutture, in particolare nei settori delle reti di trasporto, della mobilità sostenibile e delle energie rinnovabili. A questi si aggiungono le operazioni di rifinanziamento di debiti pregressi delle Regioni con il ministero dell’Economia e delle Finanze che, tra il 2021 e il 2022, hanno raggiunto un ammontare complessivo pari a 7,3 miliardi, generando risparmi per 1,8 miliardi. Inoltre, insieme alle finanziarie regionali Cdp ha promosso strumenti innovativi di sostegno finanziario, come i Basket bond, volti a facilitare l’accesso al credito delle Piccole e medie imprese locali: dal loro avvio, i Basket bond regionali, che beneficiano di garanzia pubblica, hanno portato a finanziare 123 pmi, attivando in totale risorse per oltre 335 milioni di euro. Il 15 febbraio si è tenuto l’ultimo incontro tra i rappresentanti del sistema regionale nella sede di Cassa Depositi e Prestiti a Roma, presenti oltre 100 esponenti delle Regioni e dell’Anfir.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro