Gruppo Isa entra nell’orbita di Quadrivio

UN GIRO d’affari di circa 7 milioni di euro. È il biglietto da visita di Isa e Isa Montagg...

Gruppo Isa entra nell’orbita di Quadrivio

Gruppo Isa entra nell’orbita di Quadrivio

UN GIRO d’affari di circa 7 milioni di euro. È il biglietto da visita di Isa e Isa Montaggi, gruppo di aziende che produce strutture in acciaio per la zootecnica e per l’agricoltura, entrato di recente nell’orbita di un importante player del private equity come Quadrivio. Nello specifico, l’acquisizione di Isa è avvenuta attraverso Ska, azienda a sua volta comprata nel 2022 da Industry 4.0 Fund, il veicolo di private equity di Quadrivio che investe nell’innovazione tecnologica e nella transizione digitale delle piccole e medie imprese. Il gruppo Isa segue l’intero processo produttivo degli impianti agricoli: dalla progettazione allo sviluppo, fino all’installazione, offrendo una serie di servizi che hanno lo scopo di fornire ai clienti finali un prodotto altamente personalizzato. Il business dell’azienda è attualmente focalizzato sulle strutture destinate all’avicoltura, sui ricoveri per il fieno e gli attrezzi, a cui si aggiungono le strutture sportive (in particolare i maneggi e le coperture per campi da padel). I bilanci del 2023, oltre al già citato fatturato di 7 milioni di euro, riportano una marginalità in termini di ebitda pari a 800mila euro. L’acquisizione di Isa è avvenuta per consentire a Ska di potenziare gli impianti produttivi e di rafforzare l’offerta di "progetti chiavi in mano".

"Il nostro fondo continua a investire nella valorizzazione delle proprie partecipate" ha commentato Roberto Crapelli (nella foto a sinistra), managing partner di Industry 4.0 Fund e presidente di Ska, che ha aggiunto: "con l’acquisizione di Isa sarà possibile per Ska fare un importante salto di qualità, divenendo maggiormente competitivo sul mercato di riferimento, grazie all’offerta di un servizio chiavi in mano". Per Pietro Paparoni, investment director del fondo, "inizia una nuova fase per l’azienda, che si pone come player aggregatore coniugando crescita sostenibile e forte allineamento di interesse. Con l’ingresso nel capitale di Ska dei fratelli Zoccatelli, crescono le competenze manageriali ma rimane anche un forte dna imprenditoriale".

Massimo Ubiali (nella foto a destra), ceo di Ska, ha aggiunto: "Con l’acquisizione di Isa e di Isa Montaggi, il nostro gruppo consolida la sua posizione di leadership nella fornitura di impianti avicoli chiavi in mano. La nuova acquisizione permetterà inoltre di rendere più efficiente la nostra struttura industriale, andando a specializzare i siti produttivi per linea di prodotto e aggiungerà nuove soluzioni all’attuale offerta, con l’obiettivo di una maggiore penetrazione dei mercati esteri".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro