Sabato 25 Maggio 2024
EMILY POMPONI
Economia

Factorial, l’unicorno delle risorse umane raccoglie altri 80 milioni di dollari

L’azienda delle piattaforme cloud-base che automatizza processi HR e supporta realtà digitali come Unobravo, Casavo e Roboze chiude un round di serie B Go-To-Market. E con General Catalyst ora può finanziare progetti senza più gravare sul bilancio della società

Factorial

Factorial

Milano, 12 aprile 2024 - Si chiude con un round da 80 milioni di dollari l’ultimo investimento Go-To-Market di Factorial, la società software all-in-one di gestione di Risorse umane con sede a Barcellona. Firma l’investimento la strategia Customer Value di General Catalyst, una delle principali società di venture capital con sede negli Stati Uniti. Dopo l’ultimo round di ottobre scorso dove aveva totalizzato 120 milioni di dollari, oggi l’Unicorno è pronta a diventare generatrice di cassa con impatto minimo sul bilancio.

Chi è Factorial

Factorial è una piattaforma all-in-one, con sede a Barcellona, che supporta e digitalizza le piccole e medie imprese di tutto il mondo, gestendo e automatizzando processi di risorse umane e gestione delle spese. Il suo software è ciò che sta dietro a importanti realtà con cui abbiamo a che fare tutti i giorni, come Unobravo, il servizio di psicologia online, l’instant buyer di immobili Casavo nonché Roboze, l’artigiano tecnologico per le stampe 3d just in time e on demand.

I servizi più amati in Italia

In pochi anni, la società ha registrato solo in Italia una crescita di 3x anno su anno, ed è oggi considerabile partner strategico di tantissime Pmi dai 15 ai 500 dipendenti. Questo perché la piattaforma fornisce soluzioni particolarmente apprezzate nel campo delle Risorse umane, come l’assunzione del personale, la rilevazione presenze, la richiesta di ferie e permessi, nonché la gestione del talento.

L’ascesa dell’azienda

L’azienda è stata fondata nel 2016. Dal 2019 a oggi, la base clienti di Factorial è aumentata da 70 a oltre 10.000. Solo a ottobre scorso, l’azienda ha chiuso un round di serie C da 120 milioni di dollari, guidata da Atomico. Da quel momento, la start-up è diventata ufficialmente un Unicorno, ossia una nuova azienda il cui valore supera il miliardo di dollari e che non è quotata in borsa. Grazie all'investimento di General Catalyst, ora Factorial può accelerare il suo sviluppo senza più incidere sul bilancio dell’azienda, diluire azionisti o gravare sulla società. In questo modo, dal momento che General Catalyst detiene il relativo rischio, Factorial può finanziare parte dei costi con l’investimento. Questo rafforzamento finanziario non solo preserva il patrimonio netto, ma consente anche investimenti strategici nello sviluppo dei prodotti e nella progettazione. "Siamo una delle aziende di software a più rapida crescita in Europa e per questo motivo volevamo avere la possibilità di mantenere la nostra traiettoria di crescita senza necessità di un round di finanziamento. Questa partnership con General Catalyst è esattamente ciò che stavamo cercando. Possiamo concentrarci sulla realizzazione di ottimi prodotti e sull'assistenza a un maggior numero di clienti senza preoccuparci della raccolta di fondi", ha dichiarato Jordi Romero, CEO e co-fondatore di Factorial. "General Catalyst è uno degli investitori tecnologici più affidabili al mondo e questo ha reso il processo molto semplice. In particolare, è un'azienda che comprende la qualità del business e del mercato".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro