Venerdì 14 Giugno 2024
FABIO LOMBARDI
Economia

Distretti, design e creatività: la ricetta per il futuro delle imprese

Idee e proposte nel convegno promosso da Quotidiano Nazionale, Il Giorno, La Nazione e il Resto del Carlino

“Il Distretto non è un luogo, ma una filiera. E’ mettersi insieme indipendentemente da dove si è. Perché uno più uno non fa due ma fa tre”. Così Luca Raffaele, Direttore Generale NeXt, ha chiuso il convegno Il design del futuro: nuove sfide per la ripartenza sostenibile del made in italy, organizzato da Qn Quotidiano Nazionale, il Resto del Carlino, La Nazione e Il Giorno - e ospitato alle 18 nella prestigiosa sede IED - Istituto Europeo di Design di via Sciesa a Milano.

QN SERVIZIO Distretti  MILANO 13042023 EVENTO QN  DISTRETTI ECONOMIA IL DESIGN DEL FUTURO
QN SERVIZIO Distretti MILANO 13042023 EVENTO QN DISTRETTI ECONOMIA IL DESIGN DEL FUTURO

L’incontro moderato da Sandro Neri, responsabile di Qn Economia, dopo il saluto di Alberico Guerzoni, direttore IED Milano, c’è stato l’intervento del vicedirettore de Il Giorno, Armando Stella che ha dato l’idea dell’impatto economico del Design in Italia “Sessantottomila imprese, 298mila addetti, 56 miliardi di fatturato di cui, un quarto, in Lombardia”.

Anche il presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana, ha inviato un videomessaggio nel quale ha sottolineato l’importanza del confronto alla vigilia della Week Design di Milano.

Settimana del design che è stata anche al centro del confronto fra Agnese Pini (direttrice di QN Quotidiano Nazionale, il Resto del Carlino, La Nazione, Il Giorno e Luce!) e Alessia Cappello, assessora allo Sviluppo Economico e Politiche del Lavoro del Comune di Milano.

QN SERVIZIO Distretti  MILANO 13042023 EVENTO QN  DISTRETTI ECONOMIA IL DESIGN DEL FUTURO
QN SERVIZIO Distretti MILANO 13042023 EVENTO QN DISTRETTI ECONOMIA IL DESIGN DEL FUTURO

"La settimana del Design sarà anche un evento di estrema popolarità che, oltre all’economia, attraverso gli eventi avrà la capacità di unire il centro alle periferie, cosa non semplice in contesti urbani come quelli delle grandi città”, ha detto Agnese Pini. "Un appuntamento grazie al quale pedonalizzeremo tre aree della città e che vedrà eventi capaci di coinvolgere l’intera città”. ha sottolineato Alessia Cappello.

A Nicola Neri, Ceo di Ipsos è toccato il compito di spiegare “Cosa pensano gli stranieri dell’Italia. Quale è il loro percepito”. “Secondo la nostra Indagine Be-Italy, complessivamente le aziende ed i prodotti italiani godono di una valutazione positiva sia in assoluto (8 su 10 molto o abbastanza positive) sia nei confronti delle altre aziende dei mercati europeo, asiatico e nordamericano. - commenta Nicola Neri, CEO Ipsos - Moda, enologia e turismo sono i settori nei quali viene riconosciuta l’alta qualità dei prodotti italiani, seguono poi l’agroalimentare ed arte e cultura. L’Italia è il paese per antonomasia della moda e del design con uno dei patrimoni monumentali più grandi al mondo ed una ottima offerta enogastronomica. L’italianità di un prodotto è molto importante e rappresenta un enorme valore nel mondo".

QN SERVIZIO Distretti  MILANO 13042023 EVENTO QN  DISTRETTI ECONOMIA IL DESIGN DEL FUTURO
QN SERVIZIO Distretti MILANO 13042023 EVENTO QN DISTRETTI ECONOMIA IL DESIGN DEL FUTURO

“Il ruolo della formazione nel Design raccoglie più che in altri settori la sfida della "filiera" e del “distretto”, elementi che continuano a giocare un ruolo centrale per l’economia del nostro Paese, in Europa e nel mondo - dichiara Riccardo Balbo, Direttore Accademico del Gruppo IED. - Formare generazioni di cittadini e professionisti nutriti con valori, competenze e pensiero critico, in grado di immaginare domande nuove prima che soluzioni innovative, va di pari passo con il riconoscimento che il modello delle scuole di Design legate ai distretti debba essere valorizzato e promosso.”

QN SERVIZIO Distretti  MILANO 13042023 EVENTO QN  DISTRETTI ECONOMIA IL DESIGN DEL FUTURO
QN SERVIZIO Distretti MILANO 13042023 EVENTO QN DISTRETTI ECONOMIA IL DESIGN DEL FUTURO

Supportare le imprese nel portare nel mondo questo “saper fare” è spesso compito delle banche come BPER Banca. “Il nostro gruppo è da sempre attivo nel sostenere la crescita delle aziende, attraverso una rete di strutture centrali, centri imprese, filiali e specialisti dedicati. – aggiunge Davide Vellani, Responsabile Direzione Imprese e Global Transaction, BPER Banca, main partner di tutto il ciclo Qn Distretti -. Vogliamo intercettare le occasioni di sviluppo che via via si presentano negli scenari economici, per esempio le opportunità offerte dal PNRR e dai mercati internazionali, che esprimono potenziali che vogliamo intercettare insieme ai nostri clienti. Il Design coniugato con la Sostenibilità può essere in questo senso un settore chiave su cui stimolare il rilancio del Made in Italy".

QN SERVIZIO Distretti  MILANO 13042023 EVENTO QN  DISTRETTI ECONOMIA IL DESIGN DEL FUTURO
QN SERVIZIO Distretti MILANO 13042023 EVENTO QN DISTRETTI ECONOMIA IL DESIGN DEL FUTURO

"Le mani sono il nostro strumento principale. Occorre che i bambini sappiano usarle sin da piccoli. Ora il governo ha lanciato l’idea del Liceo del Made in Italy. Bene, anche perché spesso gli istituti tecnici e professionali non sono tenuti nella dovuta considerazione”, ha detto Mauro Sangalli, Segretario Generale Casartigiani Lombardia, partner dell’appuntamento. Anche se Riccardo Balbo ha sottolineato come sia soprattutto importante formare la mente più che le competenze tecniche che poi vanno incontro “all’obsolescenza, soprattutto in un contesto in cui le innovazioni tecnologiche e i processi produttivi mutano rapidissimamente”.

“In Italia abbiamo bisogno di nuovi modelli distrettuali, non solamente legati alle logiche territoriali, ma in grado di unire sostenibilità, know how e innovazione tecnologica. – ha spiegato Luca Raffaele, Direttore Generale NeXt - Nuova Economia per Tutti - Il Distretto Diffuso rappresenta una possibile soluzione a questa sfida e un metodo di lavoro delle Comunità dove profit e non profit si incontrano per lavorare insieme.”