Venerdì 21 Giugno 2024

Come può la domotica aiutarti a controllare i consumi domestici

Le nuove tecnologie possono essere un importante ausilio per la gestione della casa

Domotica: i vantaggi

Domotica: i vantaggi

La domotica rende un’abitazione più facile da gestire, più sicura e più efficiente. Può infatti ridurre i consumi energetici di circa il 30%.Prima di tutto è bene definire il concetto di domotica: questo termine è formato dalla parola latina domus, che significa casa, e dal suffisso greco ticos, che indica le discipline di applicazione.La domotica è quindi l’applicazione di tecnologie alla gestione della casa, per migliorarne il comfort e l’efficienza energetica e facilitarne la gestione.Sono sempre di più le persone che hanno dotato la propria casa di un sistema di domotica, o che sono interessate a farlo.

I vantaggi della domotica

La domotica si serve di discipline e competenze che lavorano in sinergia: ingegneria, elettronica, informatica, architettura, energetica, sicurezza, design.Applicate a un’abitazione, queste discipline la rendono più efficiente e sicura e ne semplificano la gestione, tanto che una casa che si avvale di questo tipo di tecnologia è definita intelligente.Gli ambiti in cui si applica la domotica sono:- la gestione degli elettrodomestici;- la sicurezza in caso di incendio, tentativi di furto, e richiesta di soccorso;- la gestione di tutto ciò che riguarda l’ambiente domestico, sia degli interni sia degli spazi esterni, come impianti di climatizzazione, illuminazione e irrigazione.È facile rendersi conto di quanto la domotica possa essere utile e semplificare la vita.Oggi, anche per via della diffusione di assistenti virtuali e di una maggior dimestichezza con la tecnologia, l’interesse per questo sistema di gestione della casa è in aumento.Chi utilizza prese di corrente smart può rendersi conto di quanto possano semplificare l’utilizzo degli elettrodomestici, di cui è possibile controllare i consumi in tempo reale. Il funzionamento della domotica è simile a quello di una presa intelligente.Se una presa intelligente gestisce ogni elettrodomestico a cui è attaccata, un sistema di domotica gestisce tutto ciò che gli è stato collegato.

Come la domotica permette di controllare i consumi

Grazie alla domotica si possono impostare gli orari in cui attivare e disattivare gli elettrodomestici considerando il limite massimo di potenza di un impianto elettrico.È possibile stabilire anche a quale elettrodomestico dare priorità per evitare di sovraccaricare il sistema e far saltare la corrente: ad esempio, è possibile mettere in standbyla lavatrice per accendere il forno o la lavastoviglie.In caso di pioggia o temporale, è possibile spegnere alcuni elettrodomestici per evitare picchi di tensione, abbassare le tapparelle e ritirare le tende da sole (se motorizzate), disattivare il sistema d’irrigazione.Abbassare e alzare le tapparelle è utile anche per avere, in propria assenza, un maggior isolamento termico dell’abitazione o semplicemente, quando si tratta di alzarle, per iniziare la giornata svegliandosi con la luce del sole. Tutto ciò usando un pannello di controllo o il semplice controllo vocale se si è in casa, senza spostarsi da una stanza all’altra, o da remoto.Un controllo totale degli elettrodomestici permette di monitorare i consumi di energia e non solo.Grazie alla domotica è possibile controllare a distanza, magari mentre si fa la spesa, il contenuto del frigo per sapere se davvero serve comprare un alimento o se in casa c’è già ed è in scadenza. Si può programmare la cottura di un cibo dall’ufficio, per trovarlo quasi pronto al proprio ritorno.In una casa intelligente è possibile alzare o abbassare la temperatura anche solo in una stanza, che al proprio ritorno si desidera trovare più calda o più fresca.La termoregolazione multizona si basa sul rilevamento della temperatura in ogni locale della casa tramite dispositivi che permettono di attivare o disattivare il riscaldamento o il raffrescamento solo dove e per quanto tempo si desidera.

Il bonus per la domotica

Per installare impianti di domotica finalizzati al risparmio energetico si può usufruire dell’ecobonus con aliquota al 65% e tetto massimo di 15mila euro.

Domotica e sicurezza

Sicuramente la perplessità maggiore, quando si tratta di domotica, riguarda la sicurezza.Secondo alcune analisi circa la metà degli italiani che si dichiarano interessati alla domotica è preoccupata per i potenziali rischi legati alla privacy e per la possibilità di subire attacchi informatici.Inutile negare la possibilità che tali attacchi di verifichino, con la conseguente perdita o esposizione di dati sensibili. Tutto ciò che è connesso in rete è esposto a rischio, dato che ogni dispositivo può diventare il punto di accesso per pirati informatici.Ci sono una serie di accorgimenti per limitare il più possibile il rischio di subire intrusioni nella propria privacy e nella propria casa.

Conclusioni

Considerata fino a pochi anni fa un lusso alla portata di un numero limitato di persone, oggi la domotica è più accessibile, anche grazie alla possibilità di effettuare alcuni interventi alla volta, anche in base alle proprie esigenze. Bisogna ricordare che la domotica non ha come finalità quella di far diventare chi la utilizza pigro e incapace di occuparsi da solo della gestione della casa. La tecnologia è utile se è funzionale alle esigenze di chi la utilizza per semplificare e migliorare la sua vita. È bene ricordare anche che una scienza come la domotica necessita di competenza ed esperienza e che come sempre è necessario affidarsi a personale qualificato se si desidera far uso di questa utile tecnologia.