Sabato 20 Aprile 2024

Bonus bicicletta 2023, ecco dove si può richiedere

In attesa di un possibile ritorno del bonus nazionale mobilità sostenibile, alcune Regioni e Comuni hanno attivato dei bandi per l'acquisto di bici elettriche e tradizionali

Bici elettrica

Bici elettrica

Con i rincari della benzina, le famiglie sono sempre più attente al risparmio, anche nella mobilità. In molti sono perciò a caccia di incentivi e agevolazioni per l'acquisto di biciclette, normali o elettriche che siano. Nel 2021, ultimi dati disponibili di Ancma, l'Associaizone nazionale ciclo motociclo accessori di Confindustria, in Italia sono state acquistate quasi 1,7 milioni di biciclette tradizionali e quasi 300mila biciclette a pedalata assistita. Il bonus mobilità sostenibile, ovvero quello su bici e monopattini, è stato cancellato dal governo. Tornerà nel 2024? Ancora non è certo. Nel frattempo sono Comuni e Regioni a far uscire, a macchia di leopardo, bandi specifici sulla mobilità sostenibile, che spesso comprendono anche bonus per l'acquisto di bici, tradizionali ed elettriche. In Valle d'Aosta, Friuli Venezia Giulia e nei comuni di Bologna e Palermo, i residenti possono già accedere alle agevolazioni. Vediamo, in dettaglio, a quanto ammontano e come richiedere i bonus.

Friuli Venezia Giulia Dallo scorso 23 gennaio e sino alle 16.30 del 20 aprile 2023, i residenti del Friuli Venezia Giulia possono richiedere il bonus biciclette. La giunta ha infatti stanziato un milione di euro per finanziare l'acquisto sia delle bici a trazione muscolare, sia quelle a pedalata assistita, cioè elettriche. Sono ammesse le spese sostenute a partire dall'11 novembre 2022 per l'acquisto o di una bicicletta tradizionale nuova – in questo caso il bonus copre il 30% del prezzo di acquisto, comprensivo di Iva, fino ad un massimo di 200 euro – o di una bici elettrica, sempre nuova di fabbrica, con il bonus che copre il 30% della spesa, fino ad un massimo di 300 euro a richiedente. Le domande per richiedere il contributo devono essere presentate, esclusivamente online, alla Camera di commercio nella cui circoscrizione territoriale il richiedente ha la residenza anagrafica. Per informazioni, consultare il sito della Regione a questo indirizzo.

Valle d'Aosta Nell'ambito di una serie di incentivi legati all'acquisto di veicoli a bassa emissione o elettrici, i residenti della Valle d'Aosta possono richiedere un bonus anche per l'acquisto delle biciclette a pedalata assistita (oltre a hoverboard, segway, monopattini, monowheel e stazioni di ricarica domestica). In dettaglio, si può ottenere il 50% della spesa sostenuta nella misura massima di 700 euro. Le domande possono essere inoltrate tramite il portale dedicato fino al 31 ottobre 2023.

Bologna Chi risiede a Bologna, oppure lavora nel comune di Bologna in un'azienda che abbia un accordo di mobility management, può richiedere un incentivo per acquistare una bici o una cargo bike – cioè una bici da trasporto, utilizzate soprattutto dalle famiglie con bambini - a pedalata assistita. L'incentivo vale per i mezzi acquistati non prima del 29 giugno 2022 e ammonta a 500 euro per chi acquista una bici a pedalata assistita e 1.000 euro per chi acquista una cargo bike a pedalata assistita. L'incentivo erogato non può superare il 50% della spesa sostenuta per il solo acquisto della bicicletta o cargo bike a pedalata assistita né essere cumulato con ulteriori agevolazioni statali o con incentivi erogati da altri enti o amministrazioni sul medesimo oggetto. Gli incentivi sono versati direttamente sul numero di conto corrente indicato nella domanda, fino ad esaurimento del fondo, secondo l'ordine temporale di presentazione delle domande. Tutte le informazioni sul sito del comune di Bologna.

Palermo Incentivi per l'acquisto di biciclette a pedalata assistita per uso urbano non sportivo anche a Palermo. Il Comune siciliano ha previsto infatti l'erogazione di 500 bonus da 150 euro per l'acquisto di una bici elettrica nuova o ricondizionata (di importo non inferiore a 450 euro) in uno dei rivenditori aderenti. I destinatari sono i residenti maggiorenni sul territorio comunale. Gli incentivi saranno erogati, fino ad esaurimento delle risorse disponibili, in base all’ordine cronologico di consegna dei moduli di richiesta del contributo, da parte dei rivenditori, esclusivamente a mezzo pec al seguente indirizzo: [email protected]. Per ulteriori informazioni, cliccare qui.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro