Un reparto di Terapia intensiva
Un reparto di Terapia intensiva

Roma, 9 agosto 2021 -  Zona gialla sempre più vicina per alcune regioni entro la fine di agosto. Tutti i parametri stanno salendo, dall'incidenza, al tasso di occupazione dei posti letto nei reparti Covid e nelle terapie intensive. Per ora tutte le regioni - sulla base del Decreto Covid del 23 luglio - restano bianche ma i dati sono in peggioramento tanto che senza le modifiche introdotte in luglio già oggi 14 regioni sarebbero in zona gialla (erano sette una settimana fa) avendo un'incidenza settimanale ogni 100mila abitanti superiore ai 50 casi. Ma questo non a avviene perché non è stata superata la soglia critica in entrambi gli altri parametri: 10% delle terapie intensive a 15% dei reparti ordinari. Il Decreto infatti prevede che in caso di incidenza a 50 o oltre per entrare in zona gialla occorre il superamento di entrambi gli altri due parametri. Ad oggi sono Sicilia e Sardegna le regioni più a rischio. Ma vediamo il quadro complessivo con gli ultimi dati aggiornati. Il dato Italia fornito dall'Agenas parla di un tasso delle terapie intensive del 3% e del 5% per i reparti ordinari.

Bollettino Covid del 16 agosto

Zona gialla, cosa cambia. Le nuove regole e i divieti

Zona gialla, Sicilia a un passo. Sardegna e Calabria in bilico. Il punto sulle regioni

Il primo dato che balza all'occhio è appunto che in una settimana sono raddoppiate le regioni oltre i 50 casi (con Sardegna, Toscana e Sicilia sopra i 100):  in pratica due terzi dell'Italia. Segno che la variante Delta si sta diffondendo rapidamente. Diamo quindi un'occhiata a ricoveri e terapie intensive nelle regioni che superano i 50 (sotto tutti i dati). La Sardegna sta peggio di tutti: a un'incidenza di 142 casi si unisce l'11% delle terapie intensive (quindi due parametri su tre superati) e il7% dei ricoveri ordinari (+2% rispetto a sette giorni fa). Male anche la Sicilia (105 di incidenza,13% dei reparti ordinari (quindi vicina al limite) e 7% delle intensive.

Green pass, obbligo in mense aziendali e a scuola

Controllo Green pass ma senza carta d'identità

Spicca anche il balzo della Liguria che in una settimana è passata per le terapie intensive dal 4 al 7%. Il Lazio deve stare attento con un  doppio 6%. Poi c'è la Calabria che ha il 57 di incidenza  ed è a 11% dei posti letto ordinari e sta salendo anche nelle terapie intensive. 

Sommario

Green pass: cos'è obbligatorio dal 6 agosto

Il virologo: pandemia verso la fine. "A ottobre sarà simile a un’influenza"

Incidenza

(in grassetto le regioni oltre i 50 casi)

Abruzzo 47

Basilicata 57

Calabria 57

Campania 56

Emilia Romagna 92

Friuli Venezia Giulia 51

Lazio 65

Liguria 58

Lombardia 46

Marche 78

Molise 19

Provincia di Bolzano 30

Provincia di Trento 35

Piemonte 33

Puglia 40

Sardegna 142

Sicilia 105

Toscana 120

Umbria 95

Val d'Aosta 66

Veneto 95

Terapie intensive

(Dati Agenas, in grassetto le regioni oltre il 10%)

Abruzzo 1%

Basilicata 1%

Calabria 2%

Campania 3%

Emilia Romagna 3%

Friuli Venezia Giulia 1%

Lazio 6%

Liguria 7%

Lombardia 2%

Marche 3%

Molise 3%

Provincia di Bolzano 2%

Provincia di Trento 1

Piemonte 1%

Puglia 3%

Sardegna 11%

Sicilia 7%

Toscana 4%

Umbria 1%

Val d'Aosta 0

Veneto 2%

Reparti ordinari Covid

(Dai Agenas, nessuna regione oltre il 15%)

Abruzzo 3%

Basilicata 7%

Calabria 11%

Campania 6%

Emilia Romagna 4%

Friuli Venezia Giulia 2%

Lazio 6%

Liguria 3%

Lombardia 4%

Marche 5%

Molise 1%

Provincia di Bolzano 2%

Provincia di Trento 3%

Piemonte 2%

Puglia 3%

Sardegna 7%

Sicilia 13%

Toscana 5%

Umbria 4%

Val d'Aosta 0

Veneto 3%