Test medicina, si cambia. Esami specifici per aumentare gli iscritti

Il governo italiano sta pianificando nuove modalità di accesso al corso di Medicina, che includono esami caratterizzanti e un test nazionale. Chi non supererà tali prove potrà iscriversi a un'altra facoltà. L'obiettivo è formare un numero maggiore di medici e superare il numero chiuso. Il ministero dell'Università aumenterà gradualmente il numero di iscritti.

Test medicina, si cambia. Esami specifici per aumentare gli iscritti

Test medicina, si cambia. Esami specifici per aumentare gli iscritti

"Nuove modalità per accedere a Medicina". A dirlo è Anna Maria Bernini (foto), ministra all’Università. L’idea, da mettere nero su bianco dal governo che con un decreto legislativo, sarebbe attualizzata dall’anno accademico 2025-2026. Si tratta di un sistema di sbarramento che preveda il superamento di una serie di esami caratterizzanti e di un test nazionale. Queste le due novità significanti. E chi non le supererà o non lo farà con voti sufficientemente alti potrà iscriversi a un’altra facoltà. Si va così delineando il nuovo ingresso a Medicina dopo il fallimento, a detta di tanti, dei Tolc Test. La richiesta, che viene da tempo da più parti, è quella di formare un numero maggiore di medici. Obiettivo quindi superare il numero chiuso. Nel frattempo il ministero dell’Università ha chiarito che si proseguirà aumentando gradualmente il numero di iscritti, nel solco di quanto fatto negli ultimi anni.