Venerdì 14 Giugno 2024
RITA BARTOLOMEI
Scomparsi

Angela Celentano, il mistero dell’uomo con il tatuaggio. Come si è arrivati al ritratto di oggi con l’age progression

A 27 anni dalla scomparsa, questa sera diretta su Tik Tok dell’associazione Manisco World. Parlerà anche l’artista forense americano che ha realizzato il ritratto di Angela a 30 anni. Le contraddizioni dei testimoni di allora

Vico Equense (Napoli), 10 agosto 2023 - Nel mistero della scomparsa di Angela Celentano sul Monte Faito - oggi sono 27 anni, era il 10 agosto 1996 - nessuno sa se sia mai esistito l’uomo con il tatuaggio a forma di serpente sul dorso della mano destra che avrebbe rapito la piccola, allora aveva poco più di 3 anni. Ne parlò Luca, allora 12enne, che poi ritrattò tutto. Disse agli investigatori che quella scena era frutto della sua fantasia. Resta agli atti la contraddizione con il racconto di Renato, un altro bambino presente quel giorno al ritrovo della comunità evangelica di Vico Equense. Domande e misteri irrisolti da sempre. Nessuno sa cosa sia successo davvero ad Angela.

Approfondisci:

Maddie McCann, l’ultima testimonianza sul tedesco in carcere: “Ecco cosa ho visto in casa di Brueckner”

Maddie McCann, l’ultima testimonianza sul tedesco in carcere: “Ecco cosa ho visto in casa di Brueckner”
Angela Celentano nella ricostruzione con l'age progression
Angela Celentano nella ricostruzione con l'age progression

Questa sera la storia sarà al centro di una diretta Tik Tok organizzata da Manisco World, associazione nata l’anno scorso per la ricerca di persone scomparse e “a tutela delle vittime di sette e psicosette, sia sul territorio nazionale che internazionale”, è la presentazione sul sito.

Approfondisci:

Medium e scomparsi, il Cicap: abbiamo chiesto le prove, ecco com’è andata. Cos’è la tecnica del shotgunning

Medium e scomparsi, il Cicap: abbiamo chiesto le prove, ecco com’è andata. Cos’è la tecnica del shotgunning

Virginia Adamo, la presidente, spiega al telefono che la spinta è partita da una situazione dolorosa personale. I contatti spaziano dal Messico agli Usa alla Svizzera. E puntano molto su una tecnica, quella dell’age progression. “Abbiamo deciso di dedicare ad Angela il consueto appuntamento della Rubrica Giuridica, in onda tutte le settimane e curata dall’avvocato Giorgia Bagnasco. Interverrà anche Luigi Ferrandino, legale della famiglia e nostro team leader. Ripercorreremo le tappe che hanno reso virale la storia in tutto il mondo, grazie ad un lavoro di squadra internazionale”.

All’appuntamento sono annunciati i genitori di Angela, Maria e Catello Celentano. E parlerà Abraham Valenzuela, l’artista forense che ha realizzato il ritratto di quella che oggi sarebbe una donna di 30 anni. “La mamma Maria si è commossa, rispecchia mia figlia, ha detto”, racconta Virginia Adamo. Ma come funziona? E’ guidato da un algoritmo? “E’ un processo tecnico che avviene attraverso software altamente sofisticati. Vengono utilizzate foto dei familiari e di eventuali fratelli. Viene realizzato in base alle caratteristiche fisiche dello scomparso e vengono evidenziati i segni particolari qualora ce ne fossero”, spiega la presidente. Angela, aggiunge, è stata anche inserita “in un sistema mondiale di identificazione biometrica, come un grosso cervellone che mette a confronto i dati”. A questo si aggiungono gli appelli di ricerca “tradotti un po’ in tutte le lingue, anche in turco”. Quella pista, infatti, è ancora in piedi, è stata appena chiesta una proroga.

Lo sforzo internazionale è massimo, portato avanti senza polemiche. Che invece sembrano un ingrediente costante in tanti casi di scomparsa diventati misteri italiani. Ma se invece, come suggerisce anche la criminologa Roberta Bruzzonela soluzione del giallo si dovesse cercare proprio nel 10 agosto 1996, sul Monte Faito? Il mistero continua.