L'abete che sarà allestito a piazza Venezia (Noca)
L'abete che sarà allestito a piazza Venezia (Noca)

Roma, 3 dicembre 2018  - Ai romani sta venendo il complesso dell'albero di Natale. Anche quest'anno l'abete, l'erede del tanto contestato Spelacchio, è stato allestito dal Campidoglio in piazza Venezia, ma i diversi rami spezzati hanno fatto gridare a qualcuno:  "Ciarisémo!" (contrazione in romanseco di "ci risiamo"). E sui social network è già diventato 'Spezzacchio'.

Subito però la Igp Decaux, la società che sta curando l'esecuzione del progetto per conto di Netflix, lo sponsor, ha spiegato: è un esemplare di "abies nordmanniana" conifera, e i rami di questa specie sono robusti, con un diametro importante dove il ramo si unisce al tronco. Quindi per mantenere le caratteristiche specifiche dell'abete, e consentire un trasporto eccezionale sicuro che rispettasse le misure imposte per legge, alcuni rami sono stati, dopo una selezione di esperti del settore, tagliati per prevenire rotture durante il trasporto, per essere poi rimontati sul tronco dell'abete. Insomma: nessun ramo è stato spezzato durante il trasporto.

image

L'allestimento è cominciato la scorsa notte in piazza Venezia. L'albero è alto più di 20 metri e sarà addobbato con 60.000 luci led a basso consumo energetico e 500 sfere colorate di rosso e argento. 

L'abete proviene da Cittiglio, in provincia di Varese, e sarà pronto per l'8 dicembre, giorno dell'Immacolata, quando ci sarà la cerimonia di accensione, alla presenza del sindaco. L'albero di Natale resterà illuminato ininterrottamente, per 24 ore al giorno, e in una delle aiuole della piazza sarà allestita un'area dove cittadini e turisti potranno scattare foto con lo sfondo dell'albero e dell'Altare della Patria.