Venerdì 21 Giugno 2024

Perché i fulmini colpiscono anche le persone in spiaggia

Parla l’esperto di 3BMeteo, Edoardo Ferrara. Ecco come comportarsi in caso di temporale al mare

Rischio fulmini in spiaggia (Ansa)

Rischio fulmini in spiaggia (Ansa)

Roma, 28 maggio 2024 – I fulmini possono abbattersi anche in spiaggia e colpire i bagnanti, come nel caso dei bambini rimasti folgorati sulla battigia a Porto Rico. Perché accade? Come comportarsi? Lo abbiamo chiesto all’esperto di 3BMeteo, Edoardo Ferrara.

Ferrara, come spiega questo fenomeno? 

"In fisica, i fulmini tendono a colpire le cosiddette ‘punte’, ovvero campi elettrici più intensi come guglie, alberi o parafulmini. Nel caso specifico dei bambini folgorati in spiaggia il fenomeno è il medesimo”. 

Cioè? 

"I bambini stavano camminando in una spiaggia isolata, dunque, il loro campo elettrico era più intenso. In un caso come questo, è più probabile che il fulmine centri le persone che il mare”. 

Dove è meglio cercare riparo? 

"Sono da evitare ombrelloni oppure alberi in aree isolate, poiché anch’essi sono bersagli dei fulmini. E’ raccomandato cercare rifugio all’interno del primo edificio disponibile oppure in macchina”.

Facciamo un esempio: ci troviamo in spiaggia e scoppia un temporale. Cosa fare? 

"Suggeriamo di non attendere mai l’ultimo minuto per correre al riparo. Se il temporale dovesse scoppiare nel momento in cui ci trovassimo in una spiaggia isolata c’è solo una cosa da fare: sdraiarsi a terra supini coprendo la testa con le mani finché non passa la perturbazione. Solo in questo modo si evita di diventare un bersaglio dei fulmini”.

Indossare oggetti di metallo può mettere a rischio il bagnante? 

"Indossare accessori di metallo in un’area aperta e isolata, prima o durante un temporale, aumenta il rischio di essere folgorati”.