Giovedì 18 Aprile 2024

Nuovo video di un arresto violento. Ancora polemiche sul carabiniere. L’Arma: c’è un’indagine disciplinare

Nei giorni scorsi era uscito un filmato mentre il militare picchiava un guineano che era in stato di fermo . Il comando generale: "Le immagini risalgono a un anno fa, gli atti trasferiti subito alla Procura".

Nuovo video di un arresto violento. Ancora polemiche sul carabiniere. L’Arma: c’è un’indagine disciplinare

Nuovo video di un arresto violento. Ancora polemiche sul carabiniere. L’Arma: c’è un’indagine disciplinare

Lo schiaffo raggiunge sul volto un uomo fermato (non è noto con quali accuse) mentre viene caricato sull’auto di servizio. Spunta un secondo video del carabiniere finito al centro delle cronache nazionali dopo essere stato ripreso mentre prendeva a pugni, mercoledì scorso, un giovane guineano in centro a Modena. Anche in questo secondo filmato, condiviso ieri pomeriggio sul gruppo ‘Welcome to Favelas’, si nota il militare – alle spalle dell’arrestato – mentre lo colpisce con un ceffone. Carica poi il giovane, apparentemente straniero, sulla gazzella insieme ai colleghi.

L’episodio sarebbe avvenuto nei pressi dello stadio modenese. Il comando generale dei carabinieri ha confermato come si tratti dello stesso militare e come il video risalga a circa un anno fa. "Nei confronti del carabiniere, ritratto in entrambi i video, è stato immediatamente avviato un rigoroso esame delle responsabilità disciplinari, ora anche per la seconda vicenda (dopo averlo subito trasferito ad altro incarico), che si è appresa solo ora, ad un anno dall’evento. Si evidenzia che anche in questo caso, come nel precedente, il video, appena avuta conoscenza, è stato trasmesso con tempestività all’autorità giudiziaria – fanno sapere dal comando generale –. Inoltre, sono state immediatamente disposte e sono già in corso verifiche interne per accertare se i superiori dei militari coinvolti abbiano svolto le previste attività di controllo e di istruzione sugli specifici temi nei confronti del personale dipendente".

In entrambi i casi i filmati sarebbero stati girati dai passanti e poi diffusi in Rete, divenendo subito virali. Il 13 marzo scorso il video aveva immortalato il carabiniere mentre, con accanto un collega, prendeva a pugni l’arrestato, il 23enne Idrissa Diallo, nel tentativo di caricarlo sull’auto di servizio a pochi passi dal teatro Storchi, in pieno centro. Il giovane – che non aveva con sé i documenti – aveva sottolineato di essere stato colpito senza motivo e attraverso il proprio legale nei prossimi giorni probabilmente presenterà querela. Alcuni testimoni hanno poi sottolineato come, in realtà, fosse stato il 23enne ad aggredire per primo i militari, impegnati quel giorno nei controlli della zona, opponendo resistenza all’identificazione.

Ora al vaglio degli inquirenti, coordinati dalla Procura modenese, ci sono i filmati di videosorveglianza cittadina che sicuramente potranno fornire un quadro certo di quanto accaduto, comprese le fasi precedenti al video. Ieri, però, il nuovo filmato diffuso in Rete ha aggiunto elementi all’indagine. L’Arma è immediatamente intervenuta: il materiale multimediale è stato acquisito dai carabinieri di Modena e trasmesso alla Procura della Repubblica per le valutazioni di competenza.