Nemmeno il tempo di far finire a Draghi la conferenza di presentazione della Nadef, che Meloni e Salvini partono all’attacco. La leader di Fd’I è lapidaria: "Il presidente del Consiglio si allinea al Pd e alla sinistra e annuncia che il governo interverrà per rivedere le rendite catastali. Rassicurazioni e smentite non bastano e non fanno stare tranquilli i cittadini: il rischio che l’esecutivo si prepari ad alzare le tasse sulla casa e sulle famiglie è altissimo. Fratelli d’Italia vigilerà in ogni sede possibile per impedire questa stangata".

Sulla stessa linea d’onda, il segretario del Carroccio: "La riforma del catasto è una fregatura per gli italiani. A Pontecorvo, in provincia di Frosinone, è stata approvata la mozione della Lega contro la riforma del catasto e il conseguente aumento dell’Imu. È il segno della buona amministrazione leghista: non è accettabile aumentare le tasse".

Soddisfatti dalle parole di Draghi, invece, i 5 stelle. "In Consiglio dei Ministri abbiamo fatto un passo importante per la proroga del Superbonus. Un altro provvedimento che abbiamo voluto fortemente. Adesso – conclude il ministro egli Esteri Luigi Di Maio – bisogna lavorare per rinnovarlo anche per gli anni successivi".