La violenza sulle donne. Amore e parole nuove

Il glossario sul palco. Amadeus: "Emozionante". Ma è solo "un siparietto". secondo la sorella di Giulia.

La violenza sulle donne. Amore e parole nuove
La violenza sulle donne. Amore e parole nuove

“Ascolta“, “accogli“, “accetta“, “impara“ e poi “verità“, “accanto“, “no“, “insieme“: otto parole di un ‘glossario dell’amore’ nella performance degli attori di Mare fuori nella seconda serata del Festival di Sanremo. "Un momento bello, emozionante" ha ribadito Amadeus; "un siparietto", "roba da baci Perugina" lo ha bollato invece Elena Cecchettin, ripostando sui social quanto commentato dalla scrittrice Carlotta Vagnoli. "E soprattutto sono frasi sull’amore. Ma l’amore non ha nulla a che vedere con la violenza maschile contro le donne", ha aggiunto definendola una operazione di pinkwashing. Alla sorella di Giulia, uccisa dall’ex fidanzato nel novembre scorso in una tragedia assoluta che è stata vissuta collettivamente dall’Italia scesa in piazza in tante città per dire basta ai femminicidi, Amadeus ha risposto: "Esprimo il massimo dolore per quello che è accaduto a Elena Cecchettin e alla sua famiglia. E rispetto il suo parere, ma secondo me l’intervento di Mare fuori è stato bello. Non la chiamerò: chiami qualcuno quando ti devi scusare, ma non quando non ti devi scusare".

Questo glossario, hanno spiegato anche gli autori di Sanremo, voleva solo essere una maniera di affrontare un tema sociale di cui c’è bisogno di parlare sotto ogni angolatura, anche quella delle parole corrette dell’amore e che purtroppo non è risolutiva per fermare i femminicidi, come null’altro del resto potrebbe. Qualcosa in sintonia con una proposta di educazione sentimentale.