Giovedì 11 Luglio 2024
RITA BARTOLOMEI
RITA BARTOLOMEI
Cronaca

Isa, ecco da quando sarà obbligatorio sulle auto il limitatore di velocità

Alfredo Giordani di Vivinstrada: “Quali sono i veicoli coinvolti e cosa è previsto per il rispetto della distanza di sicurezza”

Roma, 25 giugno 2024 – Isa – Intelligence Speed Assistance – sarà obbligatorio da domenica 7 luglio su tutte le auto di nuova immatricolazione in Europa. Lo stabilisce il regolamento Ue 2019/2144. “Ma si arriva a questo risultato con anni di ritardo – rimarca Alfredo Giordani di Vivinstrada, associazione impegnata sul fronte della sicurezza stradale -.  La misura non è sufficiente perché riguarda soltanto i nuovi modelli. Abbiamo calcolato che sarebbero necessari 10, forse addirittura 20 anni, per adeguare tutto il parco circolante dei veicoli. Nel frattempo abbiamo 3mila morti all'anno sulle strade, non possiamo tollerarlo. E resta ancora  tutta da dimostrare l'efficacia del cicalino o del rallentatore”.

Che cos’è il sistema Isa

Il sistema Isa, chiarisce Giordani, “contrariamente a quanto si era ipotizzato in passato non bloccherà l'auto ma semplicemente segnalerà comunque con un messaggio acustico se l'automobilista sta superando il limite di velocità imposto nella strada che percorre”. Anche se, sottolinea, “alcuni dettagli non sono ancora così chiari. Stiamo cercando di capire come si passerà dalle norme alla pratica. In sintesi, scatterà un avviso acustico come quando non si mettono le cinture di sicurezza”.

La scatola nera 

Importante, nell’analisi di Vivinstrada, “che ci sia una scatola nera per registrare i comportamenti che diventano una prova in caso di incidente”.

I sensori per la distanza di sicurezza

Il rispetto della distanza di sicurezza è uno dei grandi problemi sulle nostre strade e autostrade. Nel pacchetto Adas è previsto “anche un sensore ad hoc, che fa scattare un rallentamento automatico. Ed è compresa anche la predisposizione del veicolo all'alcolock”.