Sabato 22 Giugno 2024

"Industria pronta ben prima del 2035"

"Il dibattito pubblico sul futuro dell’auto si sta concentrando in modo miope solo sul 2035, ma la vera partita per il rilancio dell’industria italiana è un’altra". Così il segretario generale di Motus-E, Francesco Naso, a valle del rinvio del voto sullo stop alla vendita in Europa di nuovi veicoli con motore endotermico dal 2035. "Indipendentemente da questa data, oggetto ormai di uno scontro più che altro ideologico e mediatico", sottolinea Naso, "il settore ha già iniziato da tempo a muoversi a grandi passi verso l’elettrico, con investimenti senza precedenti che porteranno molti costruttori a diventare full electric ben prima del 2035".