Mercoledì 17 Luglio 2024

Il governatore Toti non si dimette: "Ho fatto tanto in questi 9 anni. E voglio progettare il futuro"

Il governatore ligure Toti non intende dimettersi, ribadendo la necessità di valorizzare i risultati ottenuti e guardare al futuro durante un incontro con esponenti di FdI, Lega e Fi. Inoltre, si discute delle richieste di domiciliari per Paolo Signorini e Matteo Cozzani.

Il governatore Toti non si dimette: "Ho fatto tanto in questi 9 anni. E voglio progettare il futuro"

Il governatore Toti non si dimette: "Ho fatto tanto in questi 9 anni. E voglio progettare il futuro"

Rivendicare ciò che si è fatto in passato e progettare il futuro. Per questo il governatore ligure Toti non ha intenzione di dimettersi. E lo ha detto ai responsabili regionali di FdI, Lega e Fi. "Ha ribadito la necessità di rivendicare con forza e determinazione i risultati raggiunti in questi nove anni", si legge in una nota alla fine dell’incontro tra Toti, il viceministro Edoardo Rixi, nelle vesti di coordinatore regionale della Lega, Matteo Rosso coordinatore regionale di Fdi e Carlo Bagnasco, coordinatore regionale di Fi. Il Riesame si è preso tempo per decidere sulla richiesta dell’ex presidente dell’autorità portuale ed ex ad di Iren Paolo Signorini, in carcere, di andare ai domiciliari, arriva in tribunale a Genova la richiesta di Matteo Cozzani, ex capo di gabinetto di Toti, che chiede la revoca della misura cautelare. Anche lui è ai domiciliari.