Giovedì 13 Giugno 2024

Gli insulti razzisti della tifosa alla calciatrice

Migration

È stata travolta dagli insulti razziali la giocatrice di origini nigeriane del Vicenza calcio femminile, Rafiat Folakemi Sule, 22 anni, origini nigeriane, da 3 in Italia. A pronunciarli, due genitori sugli spalti a fare il tifo per la figlia, in primis una mamma. L’episodio di razzismo è avvenuto domenica sul campo di Tavernelle di Altavilla Vicentina (Vicenza), durante il match di serie C femminile tra Vicenza e Jesina: l’ospite avrebbe tirato un calcio alla vicentina e Sule, per le compagne ‘Raffy’, avrebbe reagito con un altro calcio. Il direttore di gara ha sanzionato Sule col cartellino rosso e a questo punto sono scattati gli insulti razzisti, tra cui "bestia" e "sei scura".

La presidente del Vicenza calcio femminile, Erika Maran, ha così diffuso un video denuncia e ha lanciato un appello ai genitori responsabili di quegli insulti chiedendo loro di palesarsi. In realtà, sarebbe già chiara la loro identità e l’episodio avrà probabilmente degli strascichi. "Cara signora, se la nostra Raffy è bestia e scura, lo sono anche io, tutte noi del Vicenza lo siamo, e tutte noi del calcio italiano. Voi pagherete per questo".