Giovedì 25 Luglio 2024

Geo Barents assegnata ad Ancona. Ma 'Medici senza frontiere' chiede un porto più vicino

E sempre nel capoluogo marchigiano mercoledì 11 è attesa l'Ocean Viking. I salvataggi di oggi

Roma, 7 gennaio 2023 - Geo Barents: assegnato il porto di Ancona alla nave di 'Medici senza frontiere' con 73 migranti a bordo. Ma Juan Matias Gil, capomissione, obietta: "In base alle leggi internazionali marittime, l’Italia dovrebbe assegnare il porto sicuro più vicino alla Geo Barents, mentre per raggiungere Ancona ci vorranno almeno 3,5 giorni e le condizioni meteo sono pessime. Assegnare un porto più vicino avrebbe soprattutto un impatto positivo sulla salute fisica e mentale dei sopravvissuti a bordo. Chiediamo pertanto al ministero dell’Interno l’assegnazione di un porto sicuro più vicino che tenga in considerazione la posizione attuale della Geo Barents”.

Geo Barents, nave di ricerca e soccorso di Medici senza frontiere, ha soccorso 73 persone
Geo Barents, nave di ricerca e soccorso di Medici senza frontiere, ha soccorso 73 persone

"Sollevati per aver salvato 73 persone"

Fulvia Conte, responsabile dei soccorsi a bordo della Geo Barents, va all'attacco delle politiche europee: "Siamo sollevati per essere arrivati in tempo ed aver salvato 73 persone. Altre sono state meno fortunate. Proprio ieri c’è stato un naufragio al largo di Lampedusa e tre persone hanno perso la vita, tra cui una bambina di pochi mesi. Questo è quello che producono le politiche migratorie dell’Europa e dei Paesi costieri. Le ong devono sopperire alla mancanza di un coordinamento per la ricerca ed il soccorso di persone in difficoltà in questo tratto di mare ed alla mancanza di canali sicuri di accesso per fuggire dalla Libia".

Ocean Viking ad Ancona l'11 gennaio

E mentre si consuma l'ennesimo braccio di ferro il prefetto di Ancona Darco Pellos prevede che la Ocean Viking - l'altra nave di Msf, ha soccorso 37 migranti al largo della Libia - dovrebbe arrivare sempre ad Ancona nella mattinata di mercoledì 11 gennaio.

Sulla Ocean Viking "ci sono anche minori non accompagnati", riferisce ancora il prefetto. In queste ore la Prefettura sta coordinando l’operazione di sbarco e di assistenza dei migranti. Due le riunioni, una in mattinata e una nel pomeriggio, per mettere a punto tutti i dettagli: "Ocean Viking approderà alla banchina 22 - precisa il prefetto -, che non interferisce con le attività portuale, ha una zona ampia e spazi per installare le strutture che saranno adibite all’assistenza e ad espletare tutte le operazioni": dai controlli sanitari alla distribuzione di pasti per rifocillare i migranti, alla identificazione e "all’avvio verso centri di accoglienza straordinari" per i quali si seguiranno "le indicazioni del Dipartimento". 

La linea del ministro Piantedosi

È la linea del nuovo decreto legge firmato dal ministro dell’Interno, Matteo Piantedosi. E quelli di oggi sono i primi soccorsi fatti da navi ong dopo l’entrata in vigore del provvedimento, il 3 gennaio.