Martedì 16 Luglio 2024

Si finge malato e lavora a scuola 9 giorni in 3 anni. Denunciato 40enne con un’altra attività

Il caso è stato scoperto dalla Guardia di Finanza di Pordenone. Denunciati anche 5 medici compiacenti

Guardia di Finanza

Guardia di Finanza

Pordenone, 19 giugno 2024 - In tre anni ha lavorato solo 9 giorni e il resto si è finto malato, svolgendo però un'altra attività. La truffa è stata scoperta dalla Guardia di Finanza di Pordenone che lo ha denunciato assieme ai 5 medici compiacenti che gli fornivano via via i certificati.

Noleggiatore auto e dipendente scolastico

Nel mirino un 40enne calabrese noleggiatore di auto, e allo stesso tempo un dipendente scolastico Ata per 3 anni consecutivi in 3 diversi istituti del Friuli Occidentale, tutti raggirati con i certificati medici non veritieri. Il soggetto inoltre in questo periodo ha percepito oltre 40mila euro dal Ministero dell'Istruzione.

Sempre in malattia

Il trucco messo a punto dal 40enne è stato sempre lo stesso in tutti i tre gli istituti: rispondeva alla chiamata della scuola, si presentava in segreteria e firmava il contratto, ma tre giorni dopo era di nuovo al paese d'origine, nella provincia di Reggio Calabria, dove svolgeva l'altra attività lavorativa. Nel mentre continuava a inviare i certificati medici, emessi da medici conoscenti, grazie ai quali poteva rientrare al proprio domicilio, senza la visita fiscale, continuando a percepire l'intero importo della retribuzione e continuando ad accumulare punteggio per l'avanzamento in graduatoria.

Denunciato dalla Guardia di Finanza

Ma il trucchetto è stato svelato dalle Fiamme Gialle che hanno scoperto come l'uomo, nonostante fosse i malattia, in realtà fosse un broker nel noleggio auto a lungo termine, con frequenti spostamenti in Italia e all'estero. La Finanza nella sua abitazione ha sequestrato le prove del doppio lavoro e 300mila euro in contanti, ritenuti provento dell'attività effettivamente esercitata.