Roma, 30 luglio 2019 - Il figlio 16enne del ministro Salvini prova in mare a Milano Marittima una moto d'acqua della Polizia di Stato. Sulla spiaggia il vicepremier. Le immagini sono state girate da un videomaker di ‘Repubblica’ e le scene hanno spinto la Questura di Ravenna ad avviare un accertamento per un eventuale utilizzo improprio dei mezzi dell'amministrazione.

Il giro in moto d'acqua diventa un caso

Il giro in moto d'acqua diventa subito un caso politico. Sì, perché il mezzo è uno di quelli con la livrea della Polizia e, ancorché come passeggero, la presenza di un civile solleva interrogativi, sulla scorta delle immagini che arrivano da Milano Marittima, dove il ministro dell'Interno trascorre un breve periodo di vacanza. Ecco allora Salvini in costume da bagno, sulla battigia, insieme al figlio, ed eccolo posare per una foto con gli agenti che fanno servizio con le moto d'acqua. Poi è proprio quel ragazzo con i pantaloncini da bagno gialli che poco prima giocava a pallone con Salvini a salire dietro al pilota di uno dei mezzi della Polizia per un giro, mentre in spiaggia la telecamera registra le richieste di interrompere - per motivi di "privacy".

Salvini: mio errore da papà

L'opposizione parte subito all'attacco e Salvini decide così di intervenire affermando che si tratta di un "mio errore da papà". "Nessuna responsabilità va data ai poliziotti - aggiunge il ministro -, che anzi ringrazio perché ogni giorno rischiano la vita per il nostro Paese". 

Gli attacchi dell'opposizione

Gli attacchi seguono tutti lo stesso ragionamento. "I mezzi delle forze dell'ordine servono a garantire la sicurezza di tuti noi e non servono a far divertire i parenti dei ministri, in questo caso del ministro dell'Interno. La notizia del figlio del ministro Salvini che usa una moto d'acqua della Polizia è inaccettabile, ed è un atteggiamento inaccettabile", ha detto in Aula alla Camera, durante gli interventi di fine seduta, il deputato Pd Emanuele Fiano. 

"Spero che questa notizia sia falsa. E che Salvini la smentisca subito - ha scritto su Facebook la deputata Maria Elena Boschi - . Le moto d'acqua servono alle forze dell'ordine per garantire la nostra sicurezza, non per giocare. E i poliziotti non sono baby sitter. Anziché minacciare di togliere la scorta a Roberto Saviano o Federica Angeli, Salvini usi correttamente i mezzi della Polizia. Pensa di essere in un film, ma è al governo". 

"Se invece che del figlio di Salvini si fosse trattato di un politico del Pd, è sicuro che i 5 Stelle avrebbero fatto il diavolo a quattro", dichiara Alessia Morani, della presidenza del gruppo Pd alla Camera. "Oggi hanno niente da dire sull'episodio o la paura di perdere la poltrona è così forte da ammutolirli?", conclude.

"Proprio nel giorno in cui il Capo della Polizia denuncia le carenze strutturali di organico e delle difficoltà che ci saranno nei prossimi anni, ecco la notizia dal parco divertimenti del ministro dell'interno", afferma Nicola Fratoianni di Sinistra Italiana.

Bonafede: italiani non perdono il sonno

In serata è intervenuto il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede, che ha minimizzato: "So che la questura sta facendo le verifiche che deve fare, ho sentito le dichiarazioni di Salvini, mi dispiace per i poliziotti che sono stati messi in difficoltà, i giornalisti hanno fatto il loro lavoro, ma non credo che sia una cosa da commentare oltre, gli italiani non perdono il sonno per sapere se il figlio di Salvini si è fatto un giro sulla moto d'acqua della Polizia o no".