Giovedì 16 Maggio 2024

Fiera Toscana del Lavoro 2022, a Firenze dal 19 al 21 settembre. Ecco come candidarsi

Sono oltre 400 i profili professionali ricercati dalle aziende toscane: ingegneri, architetti ma anche meccanici, infermieri, addetti alla ristorazione e molti altri

Fiera toscana del Lavoro

Fiera toscana del Lavoro

Roma, 6 settembre 2022 - Ingegneri, architetti ma anche meccanici, infermieri, addetti alla ristorazione e molti altri. Sono oltre 400 i profili professionali che più di 130 aziende toscane cercano in tutto il territorio nazionale. Sono questi alcuni dei numeri della Fiera del Lavoro, che si svolgerà a Firenze nella Fondazione Basso dal 19 al 21 settembre.  La manifestazione, finanziata dal Fondo sociale europeo, promossa e realizzata da Regione Toscana e Arti, offre un ventaglio di posizioni aperte che riguardano prevalentemente specializzazioni di alto profilo. Tra cui: ingegnere/i, architette/i, informatiche/i e specialiste/i dell'Itc, meccaniche/i industriali, tecniche/i chimico-farmaceutica, infermiere/i e fisioterapiste/i, addette/i del sistema moda, professioni dei servizi turistici, alberghieri e della ristorazione, addette/i della grande distribuzione ed altro ancora. Chiunque può rispondere alle offerte pubblicate sul sito della Fiera, selezionando quella di proprio interesse e inviando la candidatura per il profilo prescelto. Alcune offerte di lavoro rimarranno aperte ancora qualche giorno per consentire ad interessate e interessati di candidarsi, proporsi per il colloquio con le aziende e accedere alla fase di preselezione, che sarà a cura di Arti, l’Agenzia regionale per l’impiego. I centri per l'impiego comunicheranno alle candidate e ai candidati preselezionati i dettagli dell'appuntamento per svolgere i colloqui in presenza o online durante i tre giorni della Fiera. Ad oggi sono quasi 4.500 le candidature pervenute.  “Spero che molte cittadine e molti cittadini vogliano cogliere l’occasione della Fiera come opportunità per essere assunti da alcune tra le imprese più dinamiche del nostro territorio - spiega l’assessora al lavoro della Regione Toscana Alessandra Nardini - Questa iniziativa servirà a rendere ancora più facile ed efficace l’incontro tra domanda e offerta di lavoro: è infatti questo l'obiettivo principale, favorire l’occupazione e allo stesso tempo rispondere al fabbisogno segnalato dalle imprese”.

Non solo colloqui e ricerca di lavoro, ma anche convegni e seminari. Registrandosi sul sito della Fiera, infatti, sarà possibile partecipare a seminari online con esperti di orientamento e selezione del personale per fornire a studentesse e studenti e persone alla ricerca di un impiego strumenti per attivarsi nella ricerca del lavoro. In programma anche incontri online con alcune delle aziende partecipanti. Sempre attraverso il sito della Fiera, sarà possibile prenotarsi per svolgere un colloquio informativo in presenza, presso la Fortezza da Basso, con le operatrici e gli operatori di Arti, dei centri per l'impiego e con  le consulenti e i consulenti Eures e lasciare il proprio curriculum.

Saranno inoltre presenti, con loro stand, per fornire informazioni: Trio, il sistema di web-learning della Regione Toscana, Prometeo, gli Its, Istituti tecnici superiori della Regione Toscana, l’Urtt, Ufficio regionale di trasferimento tecnologico, le associazioni datoriali e sindacali.