Martedì 16 Luglio 2024

Esplosione in fabbrica a Bolzano, morto uno degli operai divorati dalle fiamme

Bocar Diallo, 31 anni, non è sopravvissuto alle gravi ustioni riportate nell’esplosione all’Aluminium Bozen. Il presidente della Camera Fontana: “Uniti per la tutela dei lavoratori”

Roma, 23 giugno 2024 –  Biocar Diallo, senegalese di 31 anni, è l’ennesimo morto sul lavoro. Lavorava per l’azienda di Bolzano ‘Aluminium Bozen’, dove venerdì notte un’esplosione lo ha colpito in pieno insieme ad altri 4 colleghi. L’uomo divorato dalle fiamme era stato trasportato di urgenza in elicottero al reparto grandi ustionati di Borgo Trento dove è morto ieri sera per la gravità delle ustioni.

Bocar Diallo, 31 anni, l'operaio morto nell'esplosione all‘Aluminium Bozen (Ansa)
Bocar Diallo, 31 anni, l'operaio morto nell'esplosione all‘Aluminium Bozen (Ansa)

Permangono molto gravi le condizioni degli altri quattro feriti che hanno riportato ustioni di II e III grado e che si trovano due a Verona, uno a Milano e un altro a Murnau in Germania. La Procura della Repubblica di Bolzano ha aperto un'indagine su quanto accaduto nello stabilimento di Bolzano.

"E' con grande dolore che piangiamo un'altra morte sul lavoro, a seguito dell'esplosione avvenuta

due giorni fa in una fabbrica a Bolzano – ha dichiarato il presidente della Camera, Lorenzo Fontana –. Porgo le mie condoglianze alla famiglia della vittima e rivolgo il mio pensiero anche ai feriti che sono ricoverati. Auspico che le forze politiche si possano unire, mettendo in campo le iniziative più utili ed efficaci a garantire la massima sicurezza e le più adeguate condizioni a tutela dei lavoratori".

Lo stabilimento Aluminium a Bolzano (Ansa)
Lo stabilimento Aluminium a Bolzano (Ansa)

In una nota il cordoglio dell’azienda: "Aluminium Bozen, anche a nome di tutti i dipendenti, ha appreso con grande dolore la terribile notizia della scomparsa del signor Bocar Diallo, uno dei lavoratori coinvolti nell'infortunio. In questo momento di profonda tristezza l'azienda e la proprietà esprimono il proprio cordoglio e la propria partecipazione alle grandissime sofferenze della famiglia e dei colleghi cui rivolgono le proprie sentite condoglianze. Un pensiero viene anche rivolto anche a tutti gli altri lavoratori che sono rimasti feriti nell'incidente, augurandoci che le loro condizioni migliorino e che possano riprendersi e superare questo difficile momento. L'azienda è e sarà al loro fianco così come alle rispettive famiglie”. E poi: “Aluminium Bozen sta cooperando con tutte le autorità competenti per pervenire al più presto all'accertamento delle cause di un incidente le cui tragiche conseguenze hanno sconvolto l'azienda e tutti i suoi collaboratori e dipendenti”.