Delitto Cella, chiesto il processo

Dopo 27 anni, la Procura di Genova ha chiesto il rinvio a giudizio di Annalucia Cecere, accusata di avere ucciso la segretaria 25enne Nada Cella. Chiesto processo anche per Marco Soracco e Marisa Bacchioni.

Delitto Cella, chiesto il processo

Delitto Cella, chiesto il processo

Svolta dopo 27 anni in uno dei cold case più complessi degli ultimi anni, l’omicidio di Nada Cella, la segretaria 25enne uccisa il 6 maggio 1996 nello studio di un professionista. La Procura di Genova ha chiesto il rinvio a giudizio per Annalucia Cecere, che ora ha 55 anni, accusata di avere ucciso la giovane nell’ufficio del commercialista Marco Soracco, oggi 62enne, a Chiavari (Genova). Chiesto il processo anche per quest’ultimo e per l’anziana madre Marisa Bacchioni. Cecere è accusata di omicidio volontario aggravato dalla crudeltà e dai futili motivi. Soracco e la madre devono rispondere di false dichiarazioni e favoreggiamento: per l’accusa avrebbero mentito nel corso degli interrogatori fatti fino a un mese fa. Cecere, avrebbe ucciso Nada "per motivi di rancore e gelosia verso la vittima", per via della posizione da lei occupata all’interno dello studio di Soracco e la sua vicinanza a costui.

La segreteria fu aggredita con un corpo contundente e lasciata in un bagno di sangue da un aggressore non identificato. Questo anche a causa di inquinamenti sulla scena del crimine e in ragione della minore efficacia degli strumenti di indagine all’epoca disponibili.