Matteo Salvini (LaPresse)
Matteo Salvini (LaPresse)

Roma, 16 maggio 2019 - La procura della Corte dei Conti del Lazio ha aperto un'indagine sui voli di stato effettuati dal ministro dell'Interno Matteo Salvini. Si tratterebbe di un azione per accertare se il vicepremier abbia viaggiato su aerei e elicotteri della polizia per "fini non strettamente istituzionali". La procura laziale ha aperto il fascicolo come "atto dovuto", proprio con l'obiettivo di chiarire se ci sia stato uno sperpero di risorse pubbliche. Il Viminale, però, ha subito smentito e sottolineato come "Salvini non abbia mai usato voli di stato o velivoli della polizia per fini non istituzionali".

SALVINI - Dopo la notizia dell'apertura del fascicolo, non era tardata la risposta del leader della Lega: "Sono indagato dappertutto, su tutto: per sequestro di persona, per razzismo. Penso che il lavoro che sto facendo per gli italiani sia apprezzato. E penso di essere uno dei ministri che è costato di meno nella storia italiana", aveva detto Salvini in mattinata. "Nessun abuso, nessuna irregolarità, nessun volo di Stato o della polizia per fare comizi, ma sempre per impegni istituzionali - aveva poi aggiunto -. Sfido chiunque a dimostrare il contrario". E poi un'altra stoccata in serata: "Nei miei confronti e del movimento che ho l'onore di rappresentare c'è in corso un attacco che non ha eguali negli ultimi 20 anni", ha detto il ministro dell'Interno.

VIMINALE - "Un'operazione trasparenza contro le insinuazioni", hanno sottolineato fonti interne al Viminale, presentando l'elenco completo di tutti i voli con a bordo il vicepremier. "In nessun caso il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, ha utilizzato voli di Stato e velivoli della polizia per motivi estranei al suo ruolo istituzionale - hanno detto dal Viminale -. Salvini è abituato a utilizzare voli di linea, rigorosamente in economy, nonostante abbia il livello di tutela personale più elevato". Ecco la specifica di tutti i voli del ministro: 45 in totale le tratte nei suoi 11 mesi in carica; per 19 volte ha volato su aerei della polizia, per 22 su quelli del 31esimo Stormo dell'Aeronautica Militare e per due volte (Roma-Tripoli andata e ritorno, il 26 giugno scorso) su un C 27J militare. 

MOVIMENTO 5 STELLE - Sul tema avevano parlato all'Ansa anche alcune "fonti autorevoli" del Movimento 5 Stelle. "E' una strana faccenda, anche perché, se è vero che la Corte dei Conti ha aperto un fascicolo esplorativo, significa che una piccola ombra da chiarire c'è. È bene che Salvini lo faccia. E siamo sicuri che lo farà".

CONTE - Il premier Conte, a chi gli chiedeva di commentare le dichiarazioni di Matteo Salvini che ha parlato di "nessuna irregolarita'" nell'uso di velivoli della Polizia per le sue trasferte, aveva tranquillamente risposto: "Non ho motivo di non credere alle parole di Salvini che mi state riferendo". Poi a chi gli chiedeva perchè Armando Siri è stato escluso dal governo per un'indagine e Salvini no, visto che anche sui voli la Corte dei Conti abbia avviato un'inchiesta, Conte aveva replicato: "Stiamo parlando di indagini completamente diverse". "Non ho motivo di dubitare delle parole di Salvini. Abbiate pazienza qualsiasi verifica avrà tutto il tempo di essere portata a termine", aveva concluso.

PD - La vicenda non è passata inosservata agli esponenti del Pd, su tutti Alessia Rotta, vicepresidente vicaria dei deputati dem, che per tutta risposta aveva criticato "il silenzio" del fronte pentastellato. "Il censore Di Maio non ha ancora detto una parola contro l'indagine della Corte dei Conti sull'uso improprio dei voli di Stato da parte di Salvini. Per il leader grillino evidentemente non è importante che il ministro degli Interni faccia la sua campagna a spese degli italiani", ha scritto Rotta su Twitter.