I dati Covid dell'8 luglio
I dati Covid dell'8 luglio

Roma, 8 luglio 2021 - Secondo giorno sopra mille contagi in Italia. Ma il bollettino Covid di oggi diffuso dal Ministero della Salute e della Protezione Civile, certifica pure l'ulteriore calo dei ricoveri, un dato sostanzialmente stabile dei decessi mentre restano invariate le terapie intensive. L'epidemia di Coronavirus in Italia fa segnare un'inversione di tendenza nei nuovi casi, quindi (qui i dati di ieri), ma, almeno per il momento, non in quelli gravi. Anche nel nostro Paese l'attenzione è focalizzata sulla variante Delta che prevedibilmente entro poche settimane potrà diventare prevalente.

Indice Rt e incidenza in crescita: i nuovi dati

Sommario

Varianti Covid, Iss: "Tutti i quattro vaccini approvati proteggono"

Il bollettino Covid dell'8 luglio

La curva epidemica torna a salire. I nuovi casi oggi sono 1.394, dato più alto dal 12 giugno scorso, contro i 1.010 casi di ieri. Con 174.852 tamponi, 3 mila meno di ieri, tanto che il tasso di positività sale allo 0,8% (dallo 0,56%). I morti sono 13 (ieri 14), per un totale di 127.731 vittime dall'inizio dell'epidemia. Stabili le terapie intensive (ieri -7), che rimangono a 180 totali con 8 ingressi del giorno, mentre i ricoveri ordinari calano di 37 unità (come ieri) e sono 1.197 in tutto. 

Dalle Regioni / Lombardia

Raddopiati i contagi in Lombardia: sono 215 quelli registrati nelle ultime 24 ore, a fronte dei 100 rilevati ieri. Sono 31.272 tamponi effettuati (tasso di positività allo 0,6%). Un decesso.  Continuano a diminuire i ricoverati nelle terapie intensive (-1) e nei reparti (-16). Non si registrano nuovi contagi in Provincia di Lecco e Monza e Brianza. Nel Milanese i nuovi casi sono 75 di cui 47 a Milano città. Questa la situazione nelle altre province: Bergamo e Brescia 11; Como 7; Cremona 18; Lodi 13; Mantova 8; Pavia 6; Sondrio 1; Varese 33.

Veneto

Numero dei contagi in risalita in Veneto. Dopo diversi giorni di calma relativa il numero dei nuovi positivi al Coronavirus torna a risalire sopra quota 100, arrivando a lambire la soglia dei 150 nelle 24 ore (149 per la precisione). Nessun decesso. In risalita dopo molte settimane di flessione continua a costante anche il numero totale degli attualmente positivi, oggi a quota 4.760 contro i 4653 di ieri.

Lazio

Nel Lazio i nuovi casi sono 112. Gli attualmente positivi sono 2.242 , di cui 139 ricoverati, 27 in terapia intensiva e 2.076 in isolamento domiciliare. Dall'inizio dell'epidemia i guariti sono 336.015 e i morti 8.369, su un totale di 346.626 casi esaminati.

Emilia Romagna

L'Emilia Romagna registra 94 casi in più su un totale di 15.147 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è dello 0,6%. L'età media dei nuovi positivi di oggi è 37,7 anni. Il totale dei positivi dall'inizio della pandemia è a quota 387.311. Si registrano due nuovi decessi. Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 109 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 371.857. I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 2.188 (-17 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa sono complessivamente 2.014 (-13), il 92% del totale dei casi. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 17 (-1 rispetto a ieri), 157 quelli negli altri reparti Covid (-3).

Piemonte

Sono 42 i nuovi casi registrati oggi in Piemonte, pari allo 0,3 % di 15.028 tamponi eseguiti, di cui 9.987 antigenici. Gli asintomatici sono 26 (61,9%). Un decesso di persona positiva al test del Covid-19 comunicato nelle ultime 24 ore, con il totale pari a 11.697 vittime da inizio epidemia. 

Toscana

In Toscana sono 244.719 i casi di positività, 94 in piu rispetto a ieri (tutti confermati con tampone molecolare). I nuovi casi sono lo 0,04% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,02% e raggiungono quota 236.346 (96,6% dei casi totali).  Sono invece 4.378 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui il 2,1% è risultato positivo. Non si registra alcun decesso, mentre gli attualmente positivi sono oggi 1.486, +3,2% rispetto a ieri. I ricoverati sono 83 (3 in meno rispetto a ieri), di cui 16 in terapia intensiva (1 in meno). 

Puglia

Sono 58 i nuovi casi in Puglia, a fronte di 6.127 test. I nuovi positivi sono così suddivisi: 12 in provincia di Bari, 5 in provincia di Brindisi, 2 nella provincia BAT, 7 in provincia di Foggia, 6 in provincia di Lecce, 25 in provincia di Taranto, un caso di provincia di residenza non nota. E' stato inoltre registrato un decesso in provincia di Bari. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 2.720.973 test, 244.679 sono i pazienti guariti e 2.351 sono i casi attualmente positivi 

Calabria

In Calabria sono 54 i nuovi contagi registrati (su 2.063 tamponi effettuati), +189 guariti e 1 morto (per un totale di 1.233 decessi). Il bollettino regionale registra poi -136 attualmente positivi, -134 in isolamento, -2 ricoverati e, infine, terapie intensive stabili (per un totale di 4). 

Abruzzo

Sono 49 (di età compresa tra 3 e 85 anni) i nuovi casi positivi al Covid registrati in Abruzzo, che portano il totale dall'inizio dell'emergenza a 75.073. Il bilancio dei pazienti deceduti non registra nessun nuovo caso e resta fermo a 2512. Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 71.642 dimessi/guariti (-1 rispetto a ieri per un riallineamento). Gli attualmente positivi sono 919 (+50 rispetto a ieri). 25 pazienti (+2 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in area medica; 1 (invariato rispetto a ieri con nessun nuovo ingresso) in terapia intensiva, mentre gli altri 893 (+48 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. 

Marche

Nelle Marche sono stati testati 1.927 tamponi: 812 nel percorso nuove diagnosi (di cui 20 screening con percorso antigenico) e 1115 nel percorso guariti (un rapporto positivi testati del 5,3%). I nuovi positivi sono 42 (3 nella provincia di Macerata, 10 nella provincia di Ancona, 8 nella provincia di Pesaro-Urbino, 4 nella provincia di Fermo, 15 nella provincia di Ascoli Piceno e 2 fuori regione).

Le altre regioni

In Sardegna i nuovi contagi ammontano a 28 a fronte di 6.506 temponi, stabili i dati sui ricoveri (33 pazienti in area medica e uno in terapia intensiva). In Basilicata nella giornata di ieri sono stati processati 500 tamponi molecolari, di cui 15 sono risultati positivi. In Umbria i nuovi casi sono 11, mentre in Molise 4.

Le ultime notizie

Come ogni giovedì, questa mattina, sono stati resi pubblici i risultati del monitoraggio settimanale della Fondazione Gimbe che evidenzia la risalita dei contagi. Ma l'impatto sugli ospedali non c'è stato e in calo sono anche i morti (qui il report della Gimbe).  L'immunologo Guido Forni rassicura: "Basta paura, i vaccini proteggono. E con virus si convive". Il ministro della Salute, Roberto Speranza, è soddisfatto per i dati complessivamente in calo ma, dice, "noi saremo soddisfatti solo quando, da tutte le regioni del nostro Paese, ci verrà riferito il numero 'zero'. Quello è il nostro obiettivo e su quello dobbiamo lavorare".

E l'Italia resta tutta in verde, il colore che denota il minor rischio epidemiologico per la Covid-19, nella mappa dell'Ecdc che funge da guida per le decisioni sulle restrizioni di viaggio per molti Paesi membri dell'Ue. Anche la settimana scorsa il nostro Paese era tutto in verde, ma stavolta il Friuli-Venezia Giulia viene segnato in grigio, colore che segnala l'assenza di dati disponibili.

La nuova mappa dell'Ecdc sull'incidenza del Covid in Europa

Restano invece in rosso o giallo Spagna e Portogallo, dove oggi la Francia invita a non fare vacanze. Colpa dell'aumento dei contagi dovuti sempre alla variante Delta, a causa della quale Israele torna a restrizioni limitate. Buona notizia arriva invece dalla Gran Bretagna: dal 19 luglio chi arriva dall'Italia ed è vaccinato con la doppia dose da 14 giorni non dovrà sottostare alla quarantena. Confermato lo stato di emergenza a Tokyo per tutta la durata delle Olimpiadi dal 23 luglio all'8 agosto

In terapia intensiva è finito un imprenditore di Pesaro dopo il vaccino Sputnik.