Giovedì 18 Luglio 2024
MASSIMO PANDOLFI
Cronaca

Chico Forti e il caso Travaglio-Lucarelli, l’ex velista nega tutto: “Sono stupito e affranto”

Parlando con il suo avvocato, Forti ha detto di non aver mai pensato di intimidire nessuno. Dal suo entourage filtra l’idea che Chico possa esse finito in una “trappola”

Marco Travaglio, Chico Forti e Selvaggia Lucarelli

Marco Travaglio, Chico Forti e Selvaggia Lucarelli

Verona, 5 luglio 2024 – “Stupito, affranto e smarrito” per questa storia. Chico Forti nega, anzi di più. Giura e spergiura di non aver mai detto a nessuno di intimidire Marco Travaglio, Selvaggia Lucarelli e una terza persona. “Non l'ho neanche mai pensato. Cado letteralmente dalle nuvole”. Queste parole il velista le ha pronunciate ieri pomeriggio a uno dei suoi avvocati, Andrea Radice, che è andato da lui in carcere. Proprio il carcere di Verona dove sarebbe nato il nuovo caso.

Nell'entourage di Forti si preferisce parlare poco, anche se in qualche modo filtra l'idea che Chico sia finito in un qualche trappolone. E comunque: dopo tutto quello che ha passato in Florida (24 anni e più in un carcere di massima sicurezza) volete voi che Chico ora si metta di nuovo nei guai con una (se vera) una follia simile? Un concetto del genere l'ha espresso Marco Mazzoli (il 'capo' dello zoo di 105, uno dei suoi amici storici) che vive a Miami e andava spesso a trovarlo in carcere. Su Instagram è stato molto duro.

Ma in generale l'idea del trappolone ce l'hanno in tanti. Singolare anche il fatto che il garante dei detenuti, se è esatta la ricostruzione de Il Fatto Quotidiano e de Il Corriere della Sera, non abbia denunciato il tutto alla direzione del carcere o alla magistratura ma che abbia avvisato Travaglio. Sarebbe poi stato il giornalista a denunciare il tutto alla Procura della Repubblica, che ha aperto un'inchiesta senza ipotesi di reato o indagati. Un passaggio automatico, succede sempre così...

Fra l'altro in queste settimane i legali di Chico stanno lavorando per poter cominciare a far ottenere al loro assistito, magari dopo l'estate, dei permessi, visto che di carcere Chico Forti, condannato all'ergastolo, ne ha comunque già fatto tanto. Permessi che comunque a breve gli spetterebbero per legge. E' chiaro che questa vicenda rischia di rallentare il tutto.