Venerdì 12 Aprile 2024

Caso Salis, il padre scrive a Mattarella: "Smuova il governo, non ha fatto nulla"

Roberto Salis continua la sua battaglia per la figlia Ilaria, detenuta in Ungheria. Dopo il rifiuto dei domiciliari, ha scritto a Mattarella per chiedere aiuto.

Caso Salis, il padre scrive a Mattarella: "Smuova il governo, non ha fatto nulla"

Roberto Salis continua la sua battaglia per la figlia Ilaria, detenuta in Ungheria. Dopo il rifiuto dei domiciliari, ha scritto a Mattarella per chiedere aiuto.

Continuare a lavorare, cercando altre strade perché è inutile insistere a percorrere quelle che finiscono contro il muro della giustizia ungherese. Roberto Salis non ha nessuna intenzione di smettere di combattere per la figlia Ilaria, in carcere in Ungheria da 13 mesi con l’accusa di aver aggredito due militanti di estrema destra. Dopo la delusione dei domiciliari negati, Roberto Salis ha scritto al presidente della Repubblica Sergio Mattarella chiedendo un suo intervento. Già il 17 gennaio aveva mandato al Quirinale una pec e subito aveva ricevuto risposta. "Nella mia esperienza – ha detto salis – Mattarella si è dimostrato l’unico che risponde con senso d’urgenza alle problematiche di un cittadino italiano". Gli ha scritto "una lettera molto asciutta" nella speranza che "smuova il governo italiano, perché non ha fatto quello che doveva fare".