9 feb 2022

Caos M5S, ora Grillo stoppa Conte Ma è stallo anche sulle scelte future

L’avvocato del popolo voleva far rivotare subito la base, il Garante interviene: "Le sentenze si rispettano"

Beppe Grillo (73 anni), fondatore e garante del Movimento 5 stelle
Beppe Grillo (73 anni), fondatore e garante del Movimento 5 stelle
Beppe Grillo (73 anni), fondatore e garante del Movimento 5 stelle

di Elena G. Polidori ROMA Beppe Grillo chiede un time out. Il caos in cui è caduto definitivamente il Movimento 5 Stelle dopo la sospensiva del Tribunale di Napoli di fatto rimette nelle sue mani le sorti della sua creatura politica, ormai corrosa all’interno da un correntismo sfrenato difficile da sedare anche con un azzeramento giudiziario dei vertici eletti dalla base in agosto. E, dunque, Grillo, con il buon senso di chi ha già troppi guai giudiziari personali per farsi carico anche di quelli causati da altri, ha chiesto a tutti "silenzio" per evitare che in una fase così delicata i singoli "assumano iniziative azzardate". Dunque, politicamente il M5s è in una fase di stallo. Il garante ha pubblicato un post nel quale ha annunciato anche un confronto con Conte per cercare di uscire dall’angolo, ma il diktat è chiaro: "Le sentenze si rispettano", ha scritto. Il post è stato rilanciato online dallo stesso ex presidente del Consiglio che, come richiesto dal garante, ha annullato la sua partecipazione a "Porta a porta" prevista inizialmente per ieri sera. Insomma, palla in mano a Grillo. Che nel post ha chiarito che "ha acquisito reviviscenza lo statuto approvato il 10 febbraio 2021. Le sentenze si rispettano. La situazione, non possiamo negarlo, è molto complicata; in questo momento non si possono prendere decisioni avventate". Così, in attesa del summit dello stato maggiore del M5s (si parla di una prossima riunione “allargata” con Grillo, Conte e i big del Movimento), l’Elevato, affiancato dai suoi avvocati, studia le possibili contromosse per ‘salvare’ la sua creatura politica. Fonti vicine al cofondatore sostengono che "Beppe potrebbe nominare il nuovo Comitato di garanzia, visto che l’attuale organo è decaduto insieme a tutte le altre cariche statuarie del Movimento". Comunque, sostengono le stesse fonti, "si apre un bivio: Grillo può scegliere di ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?