Medico analizza un tampone (Ansa)
Medico analizza un tampone (Ansa)

Roma, 6 settembre 2020 - Contagi in frenata, ma a fronte di un significativo calo dei tamponi.  Dice questo, in estrema sintesi, il bollettino con i dati di oggi sull'epidemia di Coronavirus in Italia. La curva dei contagi ritraccia, seguendo però l'andamento a cui ormai siamo abituati nel weekend. Dopo le 16 vittime registrate ieri, sono 7 i morti segnalati nelle ultime 24 ore. Risalgono le terapie intensive, continuano ad aumentare i ricoveri. 

Bollettino Coronavirus di lunedì 7 settembre

Nel frattempo, oggi, il ministro Roberto Speranza ha chiarito che nella distribuzione del vaccino avranno la precedenza medici e anziani. Se il farmaco Oxford "dovesse andare bene", ha aggiunto il titolare della Salute, le prima dosi potrebbero essere disponibili "già a fine anno". Speranza ha escluso ancora una volta che si possa ricorrere a un nuovo lockdown mentre ha ribadito come ci siano "tutte le condizioni" per il ritorno a scuola. Situazione complessa in Francia, dove sono stati rilevati altri 8.550 contagi nelle ultime 24 ore. Sette ulteriori dipartimenti sono stati classificati come "zona rossa", portando a 28 le aree in cui l'Eliseo ha reso possibile "misure rafforzate" per contenere la diffusione del virus. 

Sulle condizioni di Silvio Berlusconi, ricoverato al San Raffaele di Milano dopo essere risultato positivo e sintomatico al Covid-19, il primario Alberto Zangrillo ha spiegato che la "fase è delicata", ma il "decorso è regolare" e il "paziente è tranquillo". Attimi di paura per Arturo Lorenzoni: il candidato del centrosinistra in Veneto è stato colto da malore in diretta Facebook, mentre era collegato con il ministro per gli affari regionali Francesco Boccia e il candidato sindaco di Venezia Pierpaolo Baretta. Lorenzoni parlava da casa, è stato soccorso dai familiari, riprendendosi poco dopo. Il collegamento è stato interrotto, il frammento video rimosso dal social. 

Coronavirus Europa,  in Francia altri 7 dipartimenti 'zona rossa'. Boom di casi in Gb

Covid, i dati del 6 settembre

Sono 1.297 i casi di Covid registrati nelle ultime 24 ore in Italia, quasi 400 in meno di ieri. Il totale dei contagiati da inizio epidemia è di 277.634. Altri 7 morti che portano il bilancio complessivo a 35.541 vittime. Calano, come sempre accade nel weekend, i tamponi processati: 76.856 (trentamila cira in meno di ieri quando erano stati oltre 107mila).  Per questo motivo il rapporto tra test effettuati e positivi riscontrati è dell'1,68% (ieri 1,58%). Dopo lo stop di ieri, tornano ad aumentare i pazienti in terapia intensiva nelle ultime 24 ore: sono 133, 12 in più del giorno precedente. In crescita anche i ricoverati con sintomi (1.683, +63) e le persone in isolamento domiciliare (30.262, +809). Il totale degli attualmente positivi è di 32.078 (+884). I dimessi ed i guariti sono saliti a 210.015.  Le regioni dove è stato rilevato il numero maggiore di nuovi casi sono Lombardia (198), Veneto (179), Emilia Romagna (124), Lazio e Campania (122). La Valle D'Aosta è l'unica regione a 'zero contagi' nelle ultime 24 ore.

Regione per regione: la tabella

Lombardia

Sono 198 i nuovi positivi in Lombardia a fronte di 12.117 tamponi effettuati,. Il rapporto tra il numero dei nuovi tamponi e i positivi è dell'1,63%. Dei nuovi casi, 25 sono 'debolmente positivi' e 6 a seguito di test sierologico. I guariti/dimessi sono in totale 76.794 (+86), di cui 1.316 dimessi e 75.478 guariti. I pazienti covid in terapia intensiva sono 25 (+2), mentre i ricoverati in regime ordinario 248 (+3). I decessi, dall'inizio dell'epidemia, sono arrivati a 16.880 (+3). I nuovi casi per provincia: Milano: 86, di cui 51 a Milano citta'; Bergamo: 8; Brescia: 28; Como: 3; Cremona: 8; Lecco: 3; Lodi: 1; Mantova: 7; Monza e Brianza: 21; Pavia: 1; Sondrio: 2; Varese: 11.

Lazio

"Su quasi 11 mila tamponi oggi si registrano 122 casi", rende noto l'assessore alla Sanità del Lazio, Alessio D'Amato. E precisa che nelle ultime 24 ore è stato registrato anche un decesso e che dei 122 casi odierni 67 sono a Roma. Inoltre, aggiunge l'assessore "si conferma una prevalenza dei casi di rientro e continuano i link alla Sardegna".

Emilia-Romagna

Contagi in lieve flessione in Emilia-Romagna, con 124 nuovi casi (ieri 134) a fronte di oltre 10.200 tamponi: un aumento in linea con i giorni scorsi. Un morto registrato in provincia di Piacenza, mentre prosegue l'aumento del numero dei ricoverati: +2 in terapia intensiva (14) e altrettanti negli altri reparti (124) Dei nuovi contagiati, 57 erano già in isolamento, 56 individuati in focolai già noti e 60 sono asintomatici. Sono 36 i casi collegati a rientri dall'estero, 18 da altre regioni. L'età media è 41 anni. Il maggior numero si registra nelle province di Reggio Emilia (20), Modena (17), Ravenna (16), Parma (14), Ferrara (13), Bologna (11) e Forlì (13). I casi attivi sono 3.370 (+119), le persone in isolamento a casa sono 3.232 (+115), il 95%, le persone complessivamente guarite sono 24.794 (+4). La Regione segnala inoltre che il decesso comunicato nell'aggiornamento di ieri, e relativo alla provincia di Reggio Emilia, non è ascrivibile a Covid-19.

Toscana

Altri 122 contagi (ieri 113) in Toscana (45 identificati in corso di tracciamento e 77 da attivita' di screening).  Sono  7.803 i test eseguiti nelle ultime  24 ore (583.923 da inizio emergenza). Gli attualmente positivi sono a oggi 1.994, +5,6% rispetto a ieri. Nessun nuovo decesso. Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione Civile Nazionale. L'età media dei casi odierni è di 41 anni circa:  il 60% è risultato asintomatico, il 23% pauci-sintomatico, il 13% lieve. Delle 122 positività, 9 casi sono ricollegabili a rientri dall'estero e 6 a rientri da altre regioni italiane (3 Sardegna, 3 altro).

Veneto

Si conferma il trend in Veneto: sono 179 i nuovi casi (ieri 188) che portano a 23.944 il totale dei contagiati in regione da inizio pandemia. Rallenta l'aumento degli attuali positivi, +62 da ieri e in totale 2.939, mentre non vi sono nuovi decessi (totale 2.130). Scendono le persone in isolamento fiduciario, che sono 7.792 (-513), delle quali 144 (-61) sono positive. Stabili i ricoveri in ospedale, che sono 151 (+1) di cui 79 positivi; risalgono le terapie intensive che accolgono 16 pazienti, 3 in più.

Puglia

In lieve aumento i nuovi casi in Puglia: 60 rispetto ai 56 di ieri. Allo stesso tempo salgono nche i tamponi effettuati: oggi 3358 a fronte dei 3319 di ieri. Del totale dei casi odierni, 22 riguardano la provincia di Bari, 4 la provincia Bat (Barletta, Andria, Trani), 4 la provincia di Brindisi, 12 la provincia di Foggia, 14 la provincia di Lecce, 4 la provincia di Taranto. Un decesso nelle ultime 24 ore (nella provincia di Bari) a fronte dei 2 di ieri.

Sardegna

I nuovi positivi in Sardegna sono 19, portando il totale dei casi sull'isola da inizio epidemia a quota 2.505. Sono 15 i contagi emersi da attività di screening e 4 da sospetto diagnostico. Resta invariato il numero delle vittime, 136 in tutto. Al momento sono 45 pazienti ricoverati in ospedale (+1 rispetto al dato di ieril, mentre stabile il numero di quelli in condizioni critiche. Le persone in isolamento domiciliare sono 1.032.  Delle positività complessive accertate, 435 (+1) sono stati rilevati nella Citta' Metropolitana di Cagliari, 252 nel Sud Sardegna, 103 (+1) a Oristano, 185 (+2) a Nuoro, 1.530 (+15) a Sassari.

Marche

Sono 20 i casi positivi al coronavirus registrati nelle ultime 24 ore nelle Marchein lieve flessione rispetto ai 32 di ieri. Sono 11 in provincia di Pesaro Urbino, 5 in provincia di Ascoli Piceno, 3 in provincia di Macerata e 1 in provincia di Ancona. Questi casi comprendono 5 rientri dall'estero (Macedonia, Albania, Moldavia), 4 contatti in ambiente domestico asintomatici, 4 soggetti sintomatici, 6 contatti stretti di casi positivi e un caso rilevato dallo screening percorso sanitario.

Le altre

Accertati in Umbria 26 nuovi casi: stabili a 15 i ricoverati negli ospedali di Perugia e Terni, due in intensiva. Segnalati sei nuovi guariti, 1.473 totale. Nessun decesso registrato nelle ultime 24 ore. Gli attualmente positivi passano così da 342 a 362. Nell'ultimo giorno sono stati eseguiti 1.220 tamponi, 165.428 dall'inizio della pandemia. In Piemonte 56 nuovi casi, per un totale di 33.256. Nessun decesso nelle ultime 24 ore.

 

Approfondimenti

Cacciari e il Covid: ora torniamo a vivere. "La paura uccide, chi fugge è un disertore"

Stress, isolamento, meno efficienza. Ecco il lato oscuro dello smart working