Venerdì 21 Giugno 2024

Sarah e Cristian, i fratellini di Agrigento accoltellati lottano per la vita. Il padre in silenzio dopo l’arresto

I due piccoli, di 3 e 7 anni, sono gravissimi in terapia intensiva all’ospedale di Palermo. La madre, dopo un delicato intervento chirurgico, è fuori pericolo

Roma, 24 maggio 2024 – Sono ore di dolore e speranza. Sarah e Cristian, i fratellini di 3 e 7 anni accoltellati ieri dal padre in provincia di Agrigento, stanno lottando per la vita. "La situazione è in evoluzione – dicono i medici del reparto di terapia intensiva dell’ospedale di Palermo – al momento non si può dire di più. Si sta facendo di tutto per salvarli". Intanto, la madre Anetha, di origini polacche, sottoposta ad un delicato intervento chirurgico, è finalmente fuori pericolo. Il padre, Daniele Alba, meccanico di 34 anni, dopo aver tentato il triplice omicidio ieri pomeriggio nell’abitazione di Cianciana, accoltellando i figlioletti e la moglie e poi barricandosi dentro per ore, è rimasto in silenzio sia durante l’arresto sia nella prima notte in cella nella casa circondariale di Sciacca

Agrigento, si barrica in casa dopo avere accoltellato moglie e figli (Ansa)
Agrigento, si barrica in casa dopo avere accoltellato moglie e figli (Ansa)

Le condizioni dei bambini 

La prognosi dei due bambini è riservata. Il fratellino di 7 anni ieri ha subito due interventi uno al torace che ha interessato un polmone e anche il cuore e uno in neurochirurgia al cervello. La sorellina ha diverse ferite al volto e due molto profonde preoccupano i medici. La bimba, consegnata dall'uomo che si era barricato per due ore in casa, ha perso molto sangue. La madre dei bimbi, accoltellata anche lei all’addome dal marito, era riuscita a fuggire via con il figlio, mentre la bambina era stata consegnata dal padre prima di barricarsi in casa per ore.