Abbattuto l’ecomostro. Colpo alla ’ndrangheta

Due secondi e 360 chili di esplosivo per ridurre in polvere, dopo 16 anni dal sequestro, uno dei simboli del...

Abbattuto l’ecomostro. Colpo alla ’ndrangheta
Abbattuto l’ecomostro. Colpo alla ’ndrangheta

Due secondi e 360 chili di esplosivo per ridurre in polvere, dopo 16 anni dal sequestro, uno dei simboli del potere mafioso in Calabria. Così palazzo Mangeruca, l’ecomostro di Torre Melissa (Crotone), realizzato dalla ‘ndrangheta, si è adagiato su un lato ed è venuto giù. "Abbattere un ecomostro costruito dalla ‘ndrangheta – ha sottolineato il presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto – significa far prevalere lo Stato sul male. La Calabria agisce per distruggere la ’ndrangheta".