Il presidente della COP28 si corregge: rispettiamo la scienza