Borsa: Hong Kong positiva, apre a +0,28%

Shanghai e Shenzhen in calo, pesa fallimento gruppo Zhongzhi

La Borsa di Hong Kong apre la seduta in territorio positivo, in scia ai guadagni di venerdì registrati da Wall Street: l'indice Hang Seng sale nelle prime battute dello 0,28%, portandosi a 16.581,86 punti. Shanghai e Shenzhen aprono invece in calo dopo il fallimento del gruppo Zhongzhi, tra i principali gestori patrimoniali nazionali e la prima grande shadow bank a cadere per la grave crisi immobiliare: l'indice Composite di Shanghai cede nelle prime battute lo 0,20% a 2.923,46 punti, mentre quello di Shenzhen perde lo 0,19% scivolando a quota 1.770,09. La Prima corte intermedia del popolo di Pechino ha accettato la richiesta di fallimento e liquidazione di Zhongzhi, che a novembre aveva dichiarato agli investitori di essere fortemente insolvente con passività fino a 64 miliardi di dollari: un crack che ha segnalato come i problemi del mercato immobiliare si siano diffusi al settore finanziario. Il tribunale ha riferito che la mossa del gruppo era dovuta al fatto che il gruppo non aveva la capacità di saldare i propri debiti. Nel corso dei decenni, Zhongzhi aveva costruito una complicata rete di investimenti in società quotate e sviluppatori immobiliari come prestatore ombra, ma le sue politiche di finanziamento ad alto rischio e la sostanziale esposizione verso il real estate l'avevano spinta in una grave crisi di liquidità fino a generare la richiesta di fallimento e la liquidazione.