5.300 bimbi uccisi, Unicef chiede tregua

L'Unicef afferma che più di 5.300 bambini palestinesi sono stati uccisi in 48 giorni di bombardamenti. Bisogna un cessate il fuoco umanitario duraturo per evitare che altri bambini muoiano. La Striscia di Gaza è il luogo più pericoloso al mondo per essere un bambino.

Unicef, prima di tregua già più di 5300 bimbi uccisi

Unicef, prima di tregua già più di 5300 bimbi uccisi

Prima della pausa dai combattimenti più di 5.300 bambini palestinesi sono stati uccisi in 48 giorni di bombardamenti incessanti, un dato che non include molti bambini ancora dispersi e presumibilmente sepolti sotto le macerie. A dirlo è l'Unicef che aggiunge: "i bambini hanno bisogno di un cessate il fuoco umanitario duraturo. Tutti i bambini dello Stato di Palestina e di Israele meritano la pace. Se la violenza dovesse tornare su questa intensità, possiamo presumere che altre centinaia di bambini saranno uccisi e feriti ogni giorno. La Striscia di Gaza è di nuovo, da ieri, il luogo più pericoloso al mondo per essere un bambino".