Mercoledì 12 Giugno 2024
PAOLO GRILLI
Sport

Solita Juve con Di Maria ko Max ora ha i giovani giusti

A Cremona (ore 18.30) out il ’Fideo’ campione del mondo, Kean-Milik davanti. Allegri cerca di accorciare ancora su Spalletti e punta sull’ex Fagioli

Migration

di Paolo Grilli

Quale che sia stato il rito scelto dalla Juve per scacciare i problemi dell’anno vecchio, qualcosa andrà rivisto. Oggi la Signora ricomincia a Cremona il suo inseguimento al Napoli capolista ed è come se questi 52 giorni non fossero passati. Pogba out, e si poteva immaginare senza velleità da indovini: ma l’ultimo guaio ’last minute’ di Angel Di Maria, un problema alla caviglia che mette fuori gioco oggi il neo campione del mondo, ha il sapore amaro della beffa.

Allegri aveva rassicurato tutti sulla forma degli argentini – l’altro è Paredes – appena rientrati dalla vacanza post trionfo in Qatar, ed ecco che si trova ancora a dover far a meno del ‘Fideo’, la stella soltanto virtuale di questa stramba stagione bianconera.

Fuori anche Vlahovic, per la perdurante pubalgia, poi Cuadrado, Bonucci, De Sciglio e Aké. Se non fosse che i giovani buttati nella mischia hanno già mostrato ampiamente di meritarsi qeusti difficili palcoscenici, la Signora dovrebbe fasciarsi la testa anche contro la terz’ultima del torneo, che ancora non ha vinto una partita. Magari ci sarà spazio a gara in corso anche per un Chiesa in continuo miglioramento, quanto mai necessario a mettere toppe di lusso da centrocampo in su.

Pressoché d’obbligo la coppa d’attacco Kean-Milik, così come un centrocampo a cinque in cui non mancherà l’ex Fagioli. Quanto alla difesa, poi, sarà tutta alla brasiliana con Danilo, Bremer e Alex Sandro.

La Juve non può certo permettersi un passo falso dopo un avvio da incubo, con tanto di uscita immediata dalla Champions, e una rimonta persino inattesa viste le premesse e tutti gli acciacchi. Le sei vittorie di fila in campionato prima della infinita sosta, tutte senza subire reti, sono il lasciapassare emotivo per nuove ambizioni, anche se il Napoli a +10 è ancora così lontano da risultare quasi invisibile. Ma magari, con gli azzurri impegnati stasera a San Siro e lo scontro diretto del 13 gennaio, questo torneo di “clausura“ potrebbe regalare uno scenario diverso tra una decina di giorni.

Le formazioni.

CREMONESE (4-3-1-2): Carnesecchi; Sernicola, Bianchetti, Lochoshvili, Valeri; Pickel, Castagnetti, Meité; Okereke; Buonaiuto, Dessers. Allenatore: Alvini

JUVENTUS (3-5-2): Szczesny; Danilo, Bremer, Alex Sandro; McKennie, Fagioli, Locatelli, Rabiot, Kostic; Milik, Kean. Allenatore: Allegri.

Arbitro: Ayroldi di Molfetta

Tv: Dazn ore 18.30